Vevey – Progetto urbano «Vevey – PLAN»

La pressione era grande: nel quartiere di Plan-Dessous i bambini non avevano praticamente nessuno spazio per giocare e i rifiuti si trovavano nel posto sbagliato al momento sbagliato. Il rumore del traffico stradale e ferroviario aumentava costantemente, e gli abitanti vivevano uno accanto all’altro piuttosto che insieme. Con il Programma Progetti urbani è stato avviato un processo di sviluppo finalizzato alla valorizzazione del quartiere e alla promozione della convivenza sociale che nella seconda fase del Programma (2012-2015) sarà esteso anche al quartiere vicino di Plan-Dessus.

Strada di quartiere e abitazioni nel quartiere Plan-Dessous, foto: Fabian Biasio.
Strada di quartiere e abitazioni nel quartiere Plan-Dessous, foto: Fabian Biasio.

L'immagine visiva è l'elemento che influisce in modo determinante sull'aspetto e sulla reputazione di un quartiere; e proprio qui sta il problema del quartiere di Plan-Dessous  a Vevey: blocchi di appartamenti di otto piani e in parte lunghi più di cento metri con facciate poco attraenti che fiancheggiano la strada cantonale con traffico intenso, senza spazi per le attività ricreative e il tempo libero. Alle spalle passa una delle linee principali delle FFS, il che non fa che aumentare la sensazione di ristrettezza. Già la sola sostanza architettonica ha giustificato un progetto di sviluppo del quartiere. A ciò si aggiungono le sfide imposte dalla multiculturalità, poiché laddove convivono persone provenienti da più di 80 Nazioni e più della metà degli abitanti è di origine straniera non può nascere un'identità di quartiere. Le numerose comunità non avevano nessun contatto con gli altri e non cercavano nemmeno di stabilirlo.                                                            

Una vita di quartiere grazie alla partecipazione e agli spazi aperti  

La necessaria attivazione del quartiere è stata resa possibile grazie all'intervento dell'amministrazione comunale. Ci sono voluti ripetuti segnali forti per dimostrare alla popolazione del quartiere che la creazione di nuove prospettive era nelle loro mani. Un'analisi di quartiere condotta con diversi partner ha evidenziato la direzione da seguire, inoltre sono stati creati diversi gruppi di lavoro. Poiché quasi tutti gli edifici del quartiere sono esclusivamente di proprietà privata, la Città ha cercato di valorizzare almeno lo spazio pubblico. Pertanto, oltre ad aver realizzato un altro passaggio pedonale sulla strada cantonale, vi ha fatto installare anche una fila di panchine. Grazie all'impegno degli abitanti è stato possibile fondare un'associazione di quartiere. Inoltre, nel settembre 2010 è stato inaugurato il centro di quartiere «Villa Métisse». Grazie all'iniziativa personale e alla capacità di auto-organizzarsi, l'offerta comprende tra l'altro corsi, giochi, pranzi e il doposcuola. Un assistente sociale presente sul posto garantisce l'accessibilità, il coordinamento e il sostegno dei gruppi. Un Internet caffè consente di offrire corsi d'introduzione ed è anche a disposizione dei richiedenti l'asilo che vivono nel quartiere e la cui domanda è stata respinta.

Un'idea applicata al quartiere vicino

Nella seconda fase del Programma Progetti urbani (2012-2015), i processi di sviluppo avviati con successo nel quartiere di Plan-Dessous saranno estesi anche al vicino quartiere di Plan-Dessus che si trova dall'altro lato della linea ferroviaria delle FFS e in cui il numero degli abitanti sta crescendo fortemente a causa della costruzione di nuovi complessi residenziali. Nel marzo 2012 è stato inaugurato il centro di quartiere «Espace Bel-Air» gestito dall'associazione di quartiere «Association Pour les Environs de Robin (APERO)» attiva ormai da più di 20 anni. L'attuazione di misure concrete è prevista per il 2014 dopo aver analizzato la situazione nel quartiere e aver condotto un sondaggio per conoscere i bisogni della popolazione. L'accento sarà posto sulle attività finalizzate a integrare i circa 800 nuovi abitanti nella vita di quartiere già molto intensa.

Programma Progetti urbani 2008-2015, Vevey (VD)

Contatto

Direction des Affaires sociales, du logement et de l'intégration

Stéphanie Zufferey

+41 21 925 53 18

Stampare contatto

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/citta-e-agglomerati/programmi-e-progetti/programma-progetti-urbani--integrazione-sociale-nelle-zone-abita/progetti/vevey-_-progetto-urbano--vevey--plan-.html