Le superfici insediative al di fuori delle zone edificabili continuano ad aumentare

Ittigen, 29.11.2019 - Continuano a crescere le superfici insediative al di fuori delle zone edificabili. Dalle cifre più recenti risulta tuttavia che l'aumento negli ultimi anni è stato leggermente inferiore a quello del passato. Ciò è dovuto in particolare al fatto che sono state utilizzate meno superfici per nuove infrastrutture di trasporto. Gli edifici agricoli occupano invece sempre più suolo.

L'Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE) presenta valutazioni aggiornate delle costruzioni al di fuori delle zone edificabili. Da tali dati emerge, tra le altre cose, la quota della popolazione o delle superfici edificate al di fuori di tali zone.

Il 37 per cento di tutte le superfici insediative si trova al di fuori delle zone edificabili. Oltre agli edifici e ai loro terreni circostanti, tra esse rientrano anche le strade, le linee ferroviarie e le aree limitrofe alle stazioni. Stando alle analisi dell'ARE sull'uso del suolo, al di fuori delle zone edificabili si continua a costruire molto, anche se rispetto agli anni Ottanta e, soprattutto, Novanta si è registrata una contrazione. Tale diminuzione è da ricondurre al fatto che oggi, rispetto al passato, vengono utilizzate meno superfici per le infrastrutture di trasporto.

Gli edifici agricoli al di fuori delle zone edificabili, invece, consumano sempre più suolo. Rispetto agli anni Ottanta e Novanta, le superfici edificate ad uso agricolo sono aumentate considerevolmente (cfr. grafico). Circa il 40 per cento dell'aumento delle superfici insediative al di fuori delle zone edificabili degli ultimi anni è infatti da ricondurre agli edifici agricoli e ai loro terreni circostanti. Lo mostrano i risultati parziali della Statistica della superficie 2013/18 dell'Ufficio federale di statistica (UST) che si basano sull’esame di circa due terzi della superficie nazionale.

Negli ultimi anni la popolazione che vive al di fuori delle zone edificabili è costantemente diminuita, sia in termini assoluti che percentuali rispetto alla popolazione totale. Tale quota si aggira attualmente intorno al cinque per cento. Quasi il sei per cento dei ben quattro milioni e mezzo di abitazioni in Svizzera si trovano al di fuori delle zone edificabili. Nei Comuni rurali e piuttosto discosti, molto meno della metà di queste abitazioni sono primarie, a dimostrazione di quanto, in questa tipologia di spazio, siano diffuse le abitazioni secondarie.

Se la superficie insediativa aumenta, a scomparire sono innanzitutto i terreni coltivi. Le presenti analisi aggiornate concernenti lo sviluppo edilizio al di fuori delle zone edificabili sottolineano la necessità di misure incisive per contrastare questo fenomeno.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dello sviluppo territoriale ARE
+41 58 462 40 60
info@are.admin.ch
https://twitter.com/AREschweiz



Pubblicato da

Ufficio federale dello sviluppo territoriale
https://www.are.admin.ch/are/it/home.html

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/media-e-pubblicazioni/comunicati-stampa/medienmitteilungen-im-dienst.msg-id-77289.html