Il Consiglio federale adotta la parte programmatica del Piano settoriale dei trasporti

Berna, 20.10.2021 - Nella sua seduta del 20 ottobre 2021 il Consiglio federale ha adottato «Mobilità e territorio 2050», la parte programmatica rivista del Piano settoriale dei trasporti. In questo documento la Confederazione fissa i propri obiettivi per la pianificazione delle infrastrutture dei trasporti.

«Mobilità e territorio 2050» è uno strumento centrale di pianificazione della Confederazione, che si colloca al punto d'intersezione tra trasporti e territorio. Il suo obiettivo è armonizzare la pianificazione dei diversi vettori di trasporto, quali il trasporto stradale e quello ferroviario, e coordinarla con lo sviluppo territoriale. Fornisce così il quadro di riferimento per lo sviluppo del sistema globale dei trasporti svizzero. «Mobilità e territorio 2050» punta a una mobilità efficiente, che favorisca uno sviluppo sostenibile del territorio e che abbia il minor impatto possibile sull'ambiente.

La revisione della parte programmatica ha tenuto conto delle esigenze in termini di mobilità dell'economia e della società. Essa contiene obiettivi corrispondenti, che devono essere presi in considerazione nella pianificazione e nel potenziamento delle infrastrutture per il trasporto di passeggeri e merci. In questo documento la Confederazione indica per la prima volta quali necessità di azione ha individuato nei dodici campi d'intervento della Svizzera in tutti i Cantoni. La Confederazione, i Cantoni, le città e i Comuni dovrebbero, ad esempio, affrontare insieme la pianificazione delle piattaforme dei trasporti nelle aree di intervento.

«Mobilità e territorio 2050» sostituisce la parte programmatica del Piano settoriale dei trasporti del 2006. In tal modo, la Confederazione definisce il quadro per l'elaborazione delle future fasi di ampliamento dei programmi di sviluppo strategico delle strade nazionali e delle ferrovie (PROSTRA e PROSSIF) e per l'esame dei prossimi programmi d'agglomerato. Questo documento viene tenuto in considerazione nell’ambito della revisione delle parti infrastrutturali del Piano settoriale dei trasporti (infrastruttura stradale, ferroviaria, aeronautica e della navigazione) e per le prospettive a lungo termine di ferrovia e strade nazionali. Il Piano settoriale dei trasporti è anche una base per l'esame dei piani direttori cantonali. «Mobilità e territorio 2050» serve inoltre alla Confederazione, ai Cantoni e ai Comuni per considerare territorio, ambiente e trasporti come un tutt'uno e armonizzarli tra di loro in modo ottimale.

L'Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE) ha elaborato «Mobilità e territorio 2050» insieme all'Ufficio federale delle strade (USTRA), dei trasporti (UFT), dell'aviazione civile (UFAC) e dell'ambiente (UFAM). I Cantoni, le città, i Comuni, varie organizzazioni e gruppi d'interesse hanno potuto parteciparvi nel corso di un processo durato diversi anni. Le loro esigenze sono state espresse sia durante la fase di stesura che nell'ambito delle procedure di audizione e di partecipazione.


Indirizzo cui rivolgere domande

Lena Poschet, Capo sezione Pianificazioni federali, Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE), tel. 058 465 57 53



Pubblicato da

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Ufficio federale dello sviluppo territoriale
https://www.are.admin.ch/are/it/home.html

Ufficio federale delle strade USTRA
http://www.astra.admin.ch

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ufficio federale dell'aviazione civile
http://www.bazl.admin.ch

Contatto

Servizio stampa

+41 58 464 22 99

media@are.admin.ch

Stampare contatto

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/media-e-pubblicazioni/comunicati-stampa/medienmitteilungen-im-dienst.msg-id-85502.html