Analisi di approfondimento

I dati del microcensimento mobilità e trasporti aprono la strada a una serie di analisi approfondite in ambito di pianificazione del territorio e dei trasporti.

Oltre ai rapporti finali relativi alle indagini, l'ARE procede, in collaborazione con altri Uffici federali o mandatari, a una serie di analisi complementari  del microcensimento mobilità e trasporti (MCMT).

 

Differenziazione territoriale

Le caratteristiche della nostra mobilità variano a seconda del luogo di domicilio e dei territori che attraversiamo. Il microcensimento mobilità e trasporti permette di analizzare la mobilità negli agglomerati e negli spazi rurali, così come la densità in prossimità del proprio luogo di domicilio.

Nel 2015, il 73 per cento della popolazione viveva in un agglomerato. Tra il 2010 e il 2015, negli agglomerati la quota modale combinata dei trasporti pubblici e del traffico lento è passata dal 35 per cento al 36 per cento. Tuttavia, negli agglomerati il trasporto individuale motorizzato rimane la modalità di trasporto più utilizzata.

Nei Comuni periurbani, se la densità demografica e dei posti di lavoro è bassa, la quota modale del traffico lento cala notevolmente. Gli abitanti degli spazi periurbani percorrono quotidianamente le distanze giornaliere più elevate rispetto a tutti gli altri tipi di spazio; di conseguenza anche distanze maggiori rispetto alla popolazione degli spazi rurali periferici. L’importanza delle  distanze percorse negli spazi periurbani non è riconducibile solo ai lunghi spostamenti dei pendolari, ma anche alle distanze superiori alla media percorse per gli acquisti, la mobilità del tempo libero e per accompagnare altre persone.

A parità di qualità di collegamenti TP, le regioni germanofone registreranno sistematicamente una ripartizione modale verso il TP più elevata rispetto alla Svizzera romanda o alla Svizzera italiana.

Per alcuni rapporti sono disponibili dati supplementari sotto il registro «Dati» qui di seguito.
 

 

Documenti

Densité et comportement de mobilité (PDF, 4 MB, 21.08.2018)In questo rapporto viene analizzato il comportamento in materia di trasporti in funzione dei diversi indicatori di densità attorno al luogo di domicilio basati sui MCMT del 2015 e 2010 (in francese; riassunto in italiano; test completo disponibile anche in tedesco).

Mobilität in den ländlichen Räumen: Schlussbericht (PDF, 6 MB, 01.03.2018)In questo rapporto viene analizzata la mobilità quotidiana della popolazione residente in Svizzera per le diverse tipologie di spazio rurale in base, tra l’altro, al MCMT di diversi anni. (In tedesco; abstract e riassunto in italiano)

Parts modales dans les agglomérations, résultats 2015 (PDF, 1 MB, 17.01.2018)La ripartizione modale negli agglomerati in base al principio del luogo di domicilio e al principio di territorialità . Résultats 2015 (in francese; riassunto in italiano; test completo disponibile anche in tedesco).

Mobilität in den ländlichen Räumen (PDF, 7 MB, 01.09.2016)La mobilità della popolazione residente in Svizzera viene analizzata secondo i diversi tipi di spazio rurale. Il rapporto si basa sui dati del microcensimento mobilità e trasporti fino al 2010 (in tedesco, riassunto in italiano)

Scheda informativa «Traffico d'agglomerato 2010» (PDF, 735 kB, 06.11.2014)La scheda prende in esame la ripartizione modale negli agglomerati sulla base dei dati del microcensimento mobilità e trasporti fino al 2010.

Auswirkungen von verkehrsintensiven Einrichtungen auf das Verkehrsverhalten (PDF, 401 kB, 09.04.2009)Il rapporto prende in esame i grandi generatori di traffico, facendo riferimento ai dati del microcensimento mobilità e trasporti 2005 (in tedesco).

Faktenblatt Zweitwohnungen (PDF, 611 kB, 07.04.2009)Il rapporto prende in esame le abitazioni secondarie a partire dai dati del microcensimento mobilità e trasporti: l’8,5 per cento delle economie domestiche svizzere possiedono o affittano una abitazione secondaria (in tedesco).

Mobilità del tempo libero

Le attività del tempo libero rappresentano il principale motivo di spostamento della popolazione residente svizzera. Diversamente dagli altri motivi di spostamento (lavoro, formazione, acquisti, ecc.) le distanze e i tempi per gli spostamenti nel tempo libero in Svizzera sono leggermente diminuiti nel corso degli ultimi anni. Tuttavia le distanze percorse all’estero nel tempo libero mostrano una tendenza decisamente opposta.   

Il trasporto individuale motorizzato primeggia nel traffico del tempo libero per la maggior parte delle attività. I viaggi per il tempo libero sono diventati sempre più frequenti, ma soprattutto comportano distanze sempre più lunghe. Questa crescita è dovuta all’utilizzo sempre più importante dell’aereo. 

 

Fasce di popolazione

La mobilità varia a seconda delle fasce di popolazione considerate, sia che si tratti di persone anziane o di pendolari.

Il rapporto principale sul microcensimento mobilità e trasporti (MCMT) 2015 fornisce informazioni sulla mobilità delle persone secondo la fascia d’età, la professione, il reddito o l’indice di massa corporea. I documenti sottostanti analizzano i dati dei microcensimenti dal 1994 al 2010, concentrandosi sulle risposte fornite dalle persone anziane, i pendolari, le persone a mobilità ridotta e le famiglie monoparentali.

 

Basi metodologiche

Il microcensimento mobilità e trasporti (MCMT) viene aggiornato regolarmente per garantire la migliore qualità possibile dei dati. La frequenza regolare degli studi permette di valutare nuove questioni o nuovi tipi di questionario.

Nel 1994, l’indagine telefonica assistita da computer (CATI) ha sostituito il questionario cartaceo. Nello stesso anno si è iniziato anche a chiedere informazioni sulle singole tappe degli spostamenti e sui singoli mezzi di trasporto utilizzati in ciascuna di esse. Dal 2005, durante l’intervista telefonica sono geocodificate le località di partenza e di destinazione delle tappe e dal 2010, sono registrati anche i percorsi.

Nel 2015, negli agglomerati l’importanza del mezzo di trasporto e del motivo dello spostamento viene analizzata non più solo secondo il principio del luogo di domicilio, ma anche secondo quello della territorialità. Le analisi che si basano sul principio del luogo di domicilio tengono conto delle distanze percorse dagli abitanti di un determinato agglomerato sia nel caso di
spostamenti interni allo stesso agglomerato che di spostamenti esterni. In primo luogo, viene esaminata l’influenza del luogo di domicilio sul comportamento in materia di mobilità della popolazione. Le analisi che si basano sul principio della territorialità, invece, tengono conto delle distanze percorse sul territorio di un agglomerato che si tratti di spostamenti degli abitanti dell’agglomerato o di altre persone. In questo caso, si tratta di studiare la mobilità all’interno di un agglomerato. Per il microcensimento 2015, è stata utilizzata la base di campionamento per le indagini presso le persone e le economie domestiche (SRPH) dell’Ufficio federale di statistica (UST). Rispetto al rilevamento del 2010, questa nuova base fornisce alcuni dati
sociodemografici che quindi non è più necessario raccogliere durante l’intervista telefonica e consente di coinvolgere persone di cui non è noto il numero di telefono.

Ogni nuova edizione dell’MCMT include nuovi approcci finalizzati a conoscere il meglio possibile i comportamenti in materia di mobilità della popolazione residente. I rapporti sugli studi effettuati sono pubblicati su questa pagina. I temi trattati recentemente sono stati l’impiego di un’app per smartphone e la riscrittura delle domande relative alle opinioni sulla politica dei trasporti.

Documenti

Neugestaltung des Moduls zu den verkehrspolitischen Einstellungen des Mikrozensus Mobilität und Verkehr (PDF, 8 MB, 01.11.2017)Il presente rapporto propone la sostituzione del modulo relativo alle opinioni sulla politica dei trasporti dell’MCMT con un’indagine sulle preferenze dichiarate (in tedesco, riassunto in francese).

Bestimmung von Fahrleistungen nach dem Inländer- und dem Territorialprinzip (PDF, 948 kB, 09.12.2013)Articolo sui principi del luogo di domicilio e della territorialità pubblicato sul n. 9 della rivista specializzata «Route et trafic» del settembre 2013 (in tedesco).

Per i ricercatori

I dati del microcensimento mobilità e trasporti (MCMT) sono a disposizione dei ricercatori e possono essere utilizzati come base per numerose analisi supplementari.

Nel 2015 è stata realizzata la nona indagine sul comportamento della popolazione svizzera in materia di mobilità. Il rapporto finale dell’MCMT 2015, pubblicato nel maggio 2017, ne riassume i risultati. Ulteriori dati sono disponibili nella raccolta delle tabelle. I dati completi del microcensimento 2015 possono essere richiesti da università, Uffici federali, Cantoni e regioni, nonché da uffici di consulenza privati (cfr. «Contatto»). Questi dati possono essere utilizzati come base per analisi approfondite supplementari. Un elenco dettagliato di possibili temi di ricerca figura nel documento qui di seguito che illustra anche le novità dell’edizione 2015: nuova base di campionamento, nuove variabili, analisi secondo il principio della territorialità, raccolta delle tabelle con analisi per Cantone e per agglomerato. Come complemento all’MCMT, l’ARE ha condotto un’indagine sulle preferenze dichiarate (stated preference). I dati raccolti consentono di capire meglio la scelta del mezzo di trasporto e del percorso. Come i dati del microcensimento, anche i dati di tale indagine sono disponibili per analisi supplementari.

Contatto

Ufficio federale dello sviluppo territoriale ARE

Antonin Danalet
3003 Berna

+41 58 462 49 98
befragung@are.admin.ch

Ufficio federale di statistica UST

+41 58 463 64 68
verkehr@bfs.admin.ch

 

 

Stampare contatto

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/trasporti-e-infrastrutture/basi-e-dati/mcmt/analisi-di-approfondimento.html