Progetti scelti 2007

La fase pilota concernente il Centro di servizi per una mobilità innovativa e sostenibile è in corso dall'agosto 2006. Entro il secondo termine d'inoltro, il 28 febbraio 2007, ci sono pervenute 24 richieste corredate di idee e approcci a favore di una mobilità sostenibile. Anche in questa seconda tornata le domande sono state esaminate nel quadro di una severa procedura plurifase che tiene conto dei criteri formulati nel bando di concorso. Il Centro di servizi ha infine deciso di sostenere i seguenti progetti, a condizione che siano rispettate determinate condizioni:

1. aargaumobil

Istituzione di un'organizzazione incaricata di attuare le misure per la gestione della mobilità nel Canton Argovia.

La gestione della mobilità è parte integrante della strategia globale dei trasporti
mobilitätAARGAU approvata nell'autunno 2006 dal Gran Consiglio del Canton Argovia. Al fine di incentivare l'attuazione della gestione della mobilità nel cantone, soprattutto presso entrambi i gruppi target principali Comuni e Aziende, la sezione Trasporti del cantone ha creato nell'autunno del 2006 la piattaforma di mobilità aargaumobil, operativa dal 2007 in quattro diversi ambiti di attività che si sono potuti affermare tra il 2007 e il 2009. Sulla base dei risultati positivi raggiunti attraverso il progetto, il Canton Argovia ha deciso di portare avanti la piattaforma di mobilità aargaumobil. Il modello aargaumobil, quale approccio cantonale per l'incentivazione della gestione della mobilità, viene suggerito da parte della sezione Trasporti del Canton Argovia anche ad altri cantoni affinché seguano lo stesso esempio.

Il progetto è concluso. Il rapporto finale è disponibile.

2. Business Case «Gemeindeauto»

Introduzione del car sharing per i veicoli comunali al fine di creare nuovi parcheggi destinati alle automobili condivise e sperimentazione del rilascio dell'abbonamento generale AG con un sistema automatizzato.

La partecipazione delle FFS era una condizione per l'avvio del progetto. Poiché non è stato possibile giungere a un accordo di mercato con le FFS in merito al rilascio automatizzato dell'abbonamento generale AG, il progetto è abbandonato.

3. CI Bus Alpino

Piattaforma di attori per migliorare l'allacciamento delle destinazioni turistiche nelle Alpi alla rete dei trasporti pubblici.

Negli anni 2006 e 2007 le quattro regioni Binntal VS, Gantrisch, Greina e Moosalp VS sono state designate quali progetti pilota con lo scopo di offrire un servizio di trasporto pubblico a carattere turistico. Sulla base dei buoni risultati ottenuti, il progetto coordinato dalla Comunità di interessi Bus Alpino (CI bus alpino) è stato selezionato nel 2007 dal centro di servizi per la mobilità innovativa del DATEC. Di seguito, altre quattro regioni si sono aggiunte al progetto e sono quindi servite dal Bus Alpino:  Alp Flix GR,Valle di Blenio TI ( in rete con la Regione della Greina GR),  Chasseral BE/NE e Thal SO. Le offerte e le prestazioni sviluppate sono state ben accolte dai gruppi di interessati. Nel 2009, i Bus Alpini hanno conosciuto un record di affluenza e verranno messi in esercizio anche l'anno prossimo. A partire dal 2010 la CI Bus Alpino sopporterà i costi completi senza aiuti esterni  adoperandosi  affinché altre regioni vi si aggiungano.

Il progetto è concluso. Il rapporto finale è disponibile.

4. Gestione della mobilità sul tratto Saas Fee–Visp

In collaborazione con tutti gli attori principali, elaborazione e sperimentazione di misure concrete per uno svolgimento più efficace e sostenibile del traffico sulla tratta Saas Fee-Visp. In primo piano, i nuovi approcci per il caso Saas Fee.

Il progetto Mobilitätsmanagement Saas-Fee (gestione della mobilità Saas-Fee) comprende progetti, concetti e idee per modificare il modalsplit (quota dei trasporti pubblici in relazione al traffico privato) nella Valle di Saas a favore del trasporto pubblico. Il secondo obiettivo si basa sulla mobilità in loco che è fortemente influenzata dai veicoli elettrici nel luogo stesso. Lo scopo di ordine generale è il rafforzamento del marchio quale destinazione libera da automobili.

In concomitanza con l'apertura del NEAT è stato potenziato il trasporto pubblico. Nell'ambito del progetto sono state testate e applicate migliorie per quanto riguarda il trasporto dei bagagli, i materiali stampati, la guida dei visitatori e la disponibilità dell'offerta relativa alla mobilità. Uno degli elementi importanti è stata l'apertura del punto di Mobility Carsharing a Saas-Fee.

Per offrire informazioni migliori e più veloci ai viaggiatori in arrivo, viene introdotto un sistema gestionale di guida nei mezzi di trasporto di AutoPostale per permettere ai viaggiatori di ottenere comunicazioni di dati in tempo reale.

È già disponibile un progetto per una centro di mobilità con un'entrata unica al terminal dei bus, all'ufficio del turismo e al parcheggio multipiano e con accesso facilitato alle varie offerte di mobilità. La richiesta comunale per il relativo studio di fattibilità in relazione a un sistema di guida per i visitatori avverrà nel 2010.

La sensibilizzazione della popolazione e degli ospiti per la mobilità combinata comprende la consulenza sulla gestione della mobilità per imprese e l'organizzazione di un forum pubblico. Non è stato possibile aumentare l'efficienza del traffico merci in arrivo da Visp (evitare le corse a vuoto) e i trasporti di raccolta per il riciclaggio a Saas-Fee non sono stati considerati. Le condizioni politiche generali (votazione persa per la riduzione del trasporto nel nucleo del villagio) non sono state favorevoli per incentivare il cambiamento.

Il progetto è concluso. Il rapporto finale è disponibile.

5. Gestione sostenibile della mobilità per hot spot

Con un pacchetto di misure si intende sondare le possibilità di intervenire sullo split modale durante la fase dei lavori, previsti nell'estate 2007, sulla Hofstettenstrasse, nella regione di Thun.

Il progetto «Gestione sostenibile della mobilità per hot spot» è concluso. Il rapporto finale è disponibile.

6. Rete alloggio + mobilità

Allestimento di una piattaforma di scambio per la gestione della mobilità in relazione ai nuovi edifici abitativi, in particolare ai fini della creazione di zone residenziali a traffico ridotto.

Con la rete alloggio + mobilità è stata sviluppata una piattaforma per lo scambio di esperienze e d' informazione riguardanti concetti di mobilità relativi a nuovi progetti dell'edilizia abitativa. L'obiettivo è una mobilità persistente e compatibile con le esigenze della società a 2000 Watt. L' attività della rete comprende delle riunioni regolari per lo scambio d'idee tra specialisti vari: pianificatori del traffico e di uffici privati, funzionari dell'amministrazione pubblica, operatori di cooperative e federazioni. Sul sito internet http://www.wohnenplusmobilitaet.ch saranno documentate le esperienze con esempi best practice comprendendo carte di base, regolamenti e concetti. In oltre verrà pubblicata una lista di letteratura indispensabile riguardante il tema.

Il progetto è concluso. Il rapporto finale è disponibile.

7. «e-covoiturage.ch»

Promozione e sperimentazione pratica di un'offerta di car pooling (condivisione di un mezzo di trasporto privato) per la vita di tutti i giorni, le imprese e durante manifestazioni ed eventi.

Dopo una campagna pubblicitaria in novembre 2007, l'associazione E-carsharing ne ha concluso che la pubblicità nei media come i giornali e la radio ha contribuito solo puntualmente ad aumentare le visite sul sito internet e-carsharing.ch. Perciò l'associazione ha pianificato una seconda fase di campagna da giugno 2008 in poi, con un obiettivo principale: sensibilizzare più gente possibile al carsharing e nello stesso tempo migliorare il suo servizio per gli utilizzatori privati e le imprese. Durante questa seconda fase, l'associazione ha controllato la sicurezza del sito, sviluppato un sistema SMS e realizzato un dossier d'informazione per imprese. Il proietto pianificato in due tappe non è stato concluso entro i termini previsti, perciò un bilancio dei risultati finali sarà stabilito nel corso dell'anno 2009. Constatiamo tuttavia che uno degli obbiettivi principali è stato raggiunto: la statistica dimostra una crescita media di 38% delle visite sul sito internet rispetto all'anno precedente, così come 1762 membri iscritti in più sullo stesso sito. Nel futuro, questi provvedimenti permetteranno di collaborare con nuove imprese e di cercare relazioni più strette con delle manifestazioni locali. Il progetto è concluso. Il rapporto finale è disponibile.

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/trasporti-e-infrastrutture/programmi-e-progetti/centro-di-servizi-per-la-mobilita-datec/progetti/progetti-scelti-2007.html