Progetti scelti 2010

La fase di consolidamento del Centro di servizi per una mobilità innovativa e sostenibile è in corso dall'inizio del 2010. Entro il quinto termine d'inoltro, che scadeva il 31 marzo 2010, sono pervenute ben 32 richieste corredate di idee e approcci a favore di una mobilità sostenibile. Anche in questa quinta tornata le domande sono state esaminate nel quadro di una severa procedura plurifase che tiene conto dei criteri formulati nel bando di concorso. Il Centro di servizi ha infine deciso di sostenere i seguenti progetti, a condizione che siano rispettate determinate condizioni:

1. Rating ecomobilità delle stazioni di montagna svizzere

Rating concernente le prestazioni nell'ambito dei trasporti pubblici e del traffico lento e guida pratica per gli utenti delle stazioni.

L'ATA ha analizzato 14 destinazioni turistiche alpine secondo i criteri della mobilità sostenibile. La nuova "Guida eco mobilità" e il sito internet www.guidestations.ch (f) offrono ai consumatori un prezioso strumento d'informazione per la scelta della loro destinazione di vacanza invernale. Per la valutazione delle destinazioni turistiche sono stati presi in considerazione 13 criteri. Fra questi figurano, per esempio, il tempo necessario per raggiungere la destinazione e la frequenza dei collegamenti coi trasporti pubblici, oppure la possibilità di far seguire il bagaglio. Sono state tenute in considerazione anche l'offerta di trasporto sul luogo e la politica d'informazione. La «Guida ecomobilità» non si limita a stilare una classifica, ma spiega anche cosa fanno le varie destinazioni turistiche per una mobilità sostenibile. Inoltre, vi figurano proposte concrete per migliorare ulteriormente. Possibilità di miglioramento sono state riscontrate soprattutto nel trasporto dei bagagli, nella promozione dell'uso dei mezzi pubblici oppure nell'offerta di bus locali.
In testa alla lista figurano due destinazioni turistiche senz'auto: Zermatt ottiene il miglior risultato, seguito da vicino da Saas-Fee. St. Moritz segue in terza posizione.

Il progetto è concluso. Il rapporto finale è disponibile.

2. E-Mobility

Gestione combinata della flotta di veicoli elettrici in base alle energie rinnovabili.

La mobilità elettrica evidenzia una tendenza verso un impiego più rispettoso delle risorse e alimenta così la speranza di un nuovo ramo economico. Per questo motivo Mobility Carsharing ha deciso di verificare l'idoneità dei veicoli elettrici per il carsharing. Il progetto pilota è durato 18 mesi e si è concentrato esclusivamente sui clienti business di Mobility. Obiettivi principali dello studio erano determinare a quali condizioni i veicoli elettrici possano essere idonei ai servizi di carsharing e come si possano integrare tali veicoli nella gestione delle flotte aziendali. Sono stati interpellati sia gli utenti di veicoli elettrici sia le aziende stesse.
La risonanza suscitata dal sondaggio e l'utilizzo dei veicoli elettrici sono stati inferiori alle aspettative. Il sondaggio ha permesso di identificare i temi seguenti: il timore di non disporre di un'autonomia sufficiente e il lungo tempo richiesto per la ricarica. Inoltre le aziende si sono rese conto e hanno giudicato positivo l'effetto dei veicoli elettrici sulla loro immagine. Per il momento si può rispondere affermativamente alla domanda se i veicoli elettrici siano idonei ai servizi di carsharing. In questo ambito sono però necessari miglioramenti del sistema di prenotazione, dell'autonomia, del tempo di ricarica e dei prezzi. In seguito alle esperienze fatte con il progetto pilota, Mobility ha deciso di estendere l'offerta di veicoli elettrici anche ai clienti privati.

Il progetto è concluso. Il rapporto finale è disponibile.

3. Relaunch AlpenTaxi

Migliorare le prestazioni di trasporto nelle Alpi attraverso la promozione e la commercializzazione di un'offerta per il collegamento dell'ultimo chilometro

Il successo del progetto "Rilancio TaxiAlpino" ha migliorato ed ampliato significativamente l'interesse a muoversi in montagna con i mezzi pubblici. Grazie alla piattaforma internet www.TaxiAlpino.ch e i collegamenti con i servizi del settore turistico, sportivo e di trasporto tutte le persone che vogliono nel loro tempo libero essere eco-sostenibili ma, allo stesso tempo mobili, hanno ora accesso a un ampio assortimento di servizi di trasporto locali.
Dall'inizio di questa seconda parte del progetto TaxiAlpino.ch è stato integrato con più di 100 tra nuovi taxi, bus a chiamata e funivie. La fase del progetto "Rilancio TaxiAlpino si è conclusa e la relazione finale è ora disponibile. I servizi di coordinamento, quantomeno l'aggiornamento delle offerte, verranno forniti da mountain wilderness anche in futuro. Ulteriori sforzi verranno inoltre fatti per sviluppare ulteriormente il progetto.

Il progetto è concluso. Il rapporto finale è disponibile.

4. Meglio a piedi sul percorso casa-scuola

Strategia unitaria per un percorso casa-scuola sicuro e sostenibile: elaborazione di un piano di mobilità scolastica al fine di promuovere il traffico lento e una mobilità casa-scuola sicura e sostenibile.

Il progetto Meglio a Piedi, avviato nel 2005 e coordinato fino al dicembre 2011 dal Gruppo per la Moderazione del traffico della Svizzera Italiana GMT-SI, è un progetto del Consiglio di Stato del Cantone Ticino dal 2010, cofinanziato da Promozione Salute Svizzera dal 2008. Nel corso degli anni il progetto ha subìto una notevole implementazione introducendo, nell'autunno del 2010, il Piano di Mobilità Scolastica (PMS), strumento attuativo volto a gestire i conflitti generati dalla mobilità scolastica di ogni istituto scolastico. Il PMS è stato proposto al pubblico durante il 2 Convegno Cantonale Meglio a Piedi tenutosi a Tesserete, dal titolo "Mobilità scolastica sostenibile".

Il progetto è concluso. Il rapporto finale è disponibile.

5. Servizio navetta «White Cat» nella regione pilota di Argovia

Esame di mercato di fattibilità e dimostrazione di servizi navetta (servizi navetta «porta a porta» personalizzati e flessibili) come primo passo verso un servizio fornito a livello nazionale.

Nell'ambito del progetto è stato svolto un esame di mercato, di fattibilità e di dimostrazione per l'introduzione a livello nazionale di un servizio navetta gestito professionalmente. Un gruppo di lavoro, in base agli emblemi e alle tendenze sociali (mobilità individuale sostenibile e connessa, cambiamenti demografici, ecc.), ha elaborato un concetto tecnico, sviluppato dei modelli aziendali, ed effettuato degli studi di mercato. Sebbene sia stato dimostrato che esista il bisogno di questo tipo di offerta sia nello spazio urbano sia in quello rurale, non è stato possibile trovare nessun modello aziendale che non richieda un aiuto finanziario iniziale considerevole. La società "White Cat Services SA" ha concluso il progetto senza la dimostrazione prevista. Sarà necessario trovare altre possibilità d'integrazione di questo tipo di offerta nei progetti pubblici e privati concernenti la gestione della mobilità.

Il progetto è concluso. Il rapporto finale è disponibile.

6. Banca dati dei problemi e «Velofon» per l'infrastruttura destinata alle biciclette*

Istituzione e gestione di una hotline per ciclisti al fine di creare una banca dati sistematica, ad uso delle autorità, che raccoglie i problemi connessi all'infrastruttura destinata alle biciclette.

* = Questo progetto sarà probabilmente finanziato dall'Ufficio federale delle strade USTRA indipendentemente dal Centro di servizi per una mobilità innovativa e sostenibile.

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/trasporti-e-infrastrutture/programmi-e-progetti/centro-di-servizi-per-la-mobilita-datec/progetti/progetti-scelti-2010.html