Workshop di co-creazione

I workshop di co-creazione consentono di approfondire interessanti progetti e iniziative d’attualità. Unitamente ad altri soggetti interessati e addetti ai lavori provenienti dai più diversi ambiti essi partecipano a un processo volto a sviluppare ulteriormente le soluzioni ideate finora o a elaborare nuove idee. I responsabili di progetto, dal canto loro, ottengono preziosi riscontri e input tematici da integrare nei lavori successivi.

Per l’incontro del 10 workshop di co-creazione saranno disponibili per la selezione.


1. Misurare l’inclusione/esclusione

Quali indicatori occorre utilizzare per misurare l’inclusione e l’esclusione sulla scala locale?

Il monitoraggio dei progressi verso una società inclusiva richiede indicatori pertinenti e dati appropriati. Lo scopo di questo laboratorio è discutere su come misurare l'inclusione e l'esclusione e proporre indicatori pertinenti a livello locale 

Logo Lab 01: Misurare l’inclusione/esclusione
  • Laure Alizée Tallent, Collaboratrice scientifica e responsabile di progetto Cercle Indicateurs, Ufficio federale di statistica UST
  • Anne Boesch, Collaboratrice scientifica, Ufficio federale di statistica UST

www.bfs.admin.ch

Bilingue (senza traduzione simultanea)

2. Accesso non discriminatorio al mercato del lavoro

Quali sono le buone pratiche dell’inserimento professionale?

Laboratorio interattivo con presentazione di tre progetti nel settore dell’inserimento professionale a livello cantonale/comunale Discussione su due questioni principali: Come trasferire queste pratiche ad altri gruppi target? Qual è il ruolo dei Cantoni e dei Comuni?

Logo Lab 02: Accesso non discriminatorio al mercato del lavoro
  • Philippe Salomon, Direttore, Déclics Déclencheurs d’avenirs - inserimento professionale attraverso attività di natura ecologica
    Aline Robert, Direttrice, Associazione CAP Conseil & Accompagnement professionnel - inserimento professionale delle donne migranti
  • Nicole Bertherin, Responsabile del programma, Impulse - Mentoring per persone con disabilità
  • Valérie Berset Bircher, Ambasciatrice, Capo del settore Affari internazionali del lavoro, SECO

www.declics.ch
www.cap-pro.ch/bilan-de-competences-et-dorientation
www.impulse.swiss/mentoringbehinderung

Bilingue (con traduzione simultanea)

3. Turismo e tempo libero per tutti

Come le città e i Comuni possono sostenere un turismo inclusivo?

Tutti/e beneficiano del turismo inclusivo. I progetti più innovatori vengono presentati per mostrare come il turismo dia un contributo all’Agenda 2030. Discuteremo insieme delle sfide e delle possibili soluzioni al fine di creare valore aggiunto per le città e i Comuni.

Logo Lab 03: Turismo e tempo libero per tutti
  • Daniela Schöb, Qualità & sviluppo sostenibile, Turismo Zurigo
  • Rianne Roshier, Responsabile di progetto turismo, Rete dei parchi svizzeri
  • Carol Muggli, Direttrice, Associazione «Suisse sans obstacles»

www.zuerich.com
www.parks.swiss
www.barrierefreieschweiz.ch

Bilingue (senza traduzione simultanea)

4. «Rifugiato» o «abitante» - Il peso delle parole

Come fare a meno di etichettare gli individui?

Le etichettature, quali «migrante» o «pensionato», sono un ostacolo all’inclusione? Come possiamo liberarcene affinché ogni persona trovi il proprio posto? Il progetto «Nouveaux jardins » mostra una possibile attuazione pratica di questo concetto.

Logo Lab 04: «Rifugiato» o «abitante» - Il peso delle parole
  • Marc Caverzasio, Responsabile di progetto, Entraide protestante suisse EPER

www.eper.ch/nouveauxjardins

Francese con traduzione simultanea

5. Contribuire a costruire il futuro

Come possiamo creare visioni condivise per una futura convivenza veramente inclusiva e sostenibile?

Per creare un futuro più sostenibile ed equo, dobbiamo prima di tutto essere in grado di immaginarlo e garantire che tutti gli attori condividano e sostengano questa visione. Mostriamo come metodi partecipativi e inclusivi quali il dialogo o i laboratori sociali possono aiutarci a raggiungere questo obiettivo.

Logo Lab 05: Contribuire a costruire il futuro
  • Daniel auf der Mauer, Consulenza sui conflitti & Group Facilitation, collaboratio helvetica
  • Sarah Friederich, Facilitation & Community Building, collaboratio helvetica

Collaboratio helvetica sostiene il passaggio a una società caratterizzata da una maggiore responsabilità ecologica e più attenta all’umanità e al bene comune, mettendo in rete persone motivate, offrendo approcci partecipativi e innovativi nonché creando uno spazio in cui collaborare e sperimentare nuovi approcci.

www.collaboratio.ch

Tedesco con traduzione simultanea

6. Rock your life – Dai forma alla tua vita

Come ci prepariamo ai passaggi verso le nuove fasi della nostra vita?

ROCK YOUR LIFE! promuove in tutta la Svizzera relazioni di mentoring efficaci tra adolescenti e giovani adulti, impegnandosi a favore di un’istruzione equa. Nel laboratorio si discute di come sviluppare e mantenere in modo sostenibile questo atteggiamento di fondo nei confronti delle relazioni di successo.

Logo Lab 06: Rock Your Life! – Dai forma alla tua vita
  • Melanie Rolli e Lilian Weber, Co-responsabile de ROCK YOUR LIFE! Schweiz GmbH
  • Thomas Iten, Sindaco di Ostermundigen
  • Daniel Roth, Direttore, Akzentra GmbH Berna

www.schweiz.rockyourlife.org

Bilingue (senza traduzione simultanea)

7. Lingua facile

Informazioni accessibili a tutti? La lingua facile aiuta.

La lingua facile permette di capire informazioni complesse senza dover ricorrere all’aiuto di terzi. È dunque uno strumento molto utile per le persone con competenze di lettura limitate, scarse conoscenze linguistiche, difficolta d’apprendimento o disabilità mentale. Nel laboratorio ne saranno approfondite le possibilità d’impiego e saranno discussi i ruoli e le responsabilità dei diversi attori.

Logo Lab 07: Lingua facile
  • Jasmin Cahannes, Collaboratrice scientifica per la comunicazione, Ufficio federale per le pari opportunità delle persone con disabilità UFPD

www.ufpd.ch
UFPD: Informazioni in lingua facile
UFPD: Scheda informativa sulla lingua facile

Bilingue (senza traduzione simultanea)

8. Family Equality

Famiglie arcobaleno. Ne fanno parte? Che cosa possono fare le autorità per migliorare il loro riconoscimento e la loro accettazione.

Le famiglie arcobaleno sono famiglie nelle quali almeno uno dei genitori si considera lesbica, omosessuale, bisessuale, transessuale o queer. In Svizzera, 30 000 bambini vivono in questo contesto familiare. Discuteremo le possibilità che le città e i Comuni hanno per riconoscere e rendere visibile la diversità familiare.

Logo Lab 08: Family Equality
  • Maria von Känel, Presidente, Federazione Famiglie Arcobaleno
  • Shelley Berlowitz, Responsabile di progetto, Servizio per le pari opportunità della città di Zurigo

www.regenbogenfamilien.ch
www.stadt-zuerich.ch

Tedesco con traduzione simultanea

9. Alloggi per rifugiati e altro ancora

Le combinazioni di varie utilizzazioni edilizie consentono di creare un valore aggiunto per tutti? In che modo?

Con FOGO-Leben am Vulkanplatz, la città di Zurigo combina un’area residenziale per rifugiati con laboratori, alloggi per studenti, ristorazione e un parco giochi. Partendo dal FOGO, discuteremo concetti e possibilità edilizie che consentono di utilizzare gli alloggi per i rifugiati come motore per lo sviluppo del quartiere.

Logo Lab 09: Alloggi per rifugiati e altro ancora
  • Evelyn Lobsiger-Kägi, Istituto per lo sviluppo sostenibile INE, ZHAW
  • Thomas Schmutz, Comunicazione e diversità sociale, Asylorganisation
  • Harry Spiess, Istituto per lo sviluppo sostenibile INE, ZHAW
  • Sophie Welter, Responsabile di progetto FOGO, Asylorganisation

www.fogo.ch

Tedesco con traduzione simultanea

10. Reti regionali per la sostenibilità

La rete della Svizzera romanda Coord21 può servire da modello per coordinamenti a livello regionale?

Coord21, l'associazione che riunisce i Cantoni e i Comuni della Svizzera romanda e del Ticino impegnati nello sviluppo sostenibile, facilita lo scambio di esperienze e realizza progetti comuni. Seguendo l'esempio dell'approccio di Coord2, in questo laboratorio vengono discusse le possibilità di un approccio di rete per l'attuazione dello sviluppo sostenibile nelle regioni della Svizzera.

Logo Lab 10: Reti regionali per la sostenibilità
  • Eric Nanchen, Direttore, Fondation pour le développement durable des régions de montagne FDDM, Vallese
  • Guillaume de Buren, Capo dell’unità preposta allo sviluppo sostenibile, Cantone di Vaud

www.coord21.ch

Francese con traduzione simultanea

Forum Logo IT

Partner

Conferenza Svizzera dei direttori delle pubbliche construzioni, della planificazione del territorio e dell'ambiente DCPA
Schweizer Städteverband
Schweizer Gemeindeverband
https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/sviluppo-sostenibile/organi-di-coordinamento-e-cooperazione/forumsost/co-creation-lab.html