Aeroporto di Zurigo: il Consiglio federale decide in materia di pianificazione

Berna, 18.09.2015 - Nella sua seduta odierna il Consiglio federale ha approvato la revisione parziale del piano direttore del Canton Zurigo concernente l'aeroporto di Zurigo. Il Governo ha deciso di adattare il piano direttore in modo da renderlo conforme alle direttive del Piano settoriale dell'infrastruttura aeronautica (PSIA). In questo modo, sono state create le basi per un eventuale prolungamento delle piste 28 e 32. Il Consiglio federale ha inoltre adeguato la curva di esposizione al rumore nella scheda di coordinamento PSIA concernente l'aeroporto di Zurigo. Ciò consente di migliorare la sicurezza delle rotte di decollo e di atterraggio.

La revisione del piano direttore ha lo scopo di stabilire, nella regione dell'aeroporto, le condizioni quadro per uno sviluppo degli insediamenti coerente con quello dell'aeroporto. Le direttive in materia di esercizio delle attività aeronautiche sono di competenza della Confederazione e vengono disciplinate a livello territoriale nel piano settoriale dell'infrastruttura aeronautica (PSIA).

Un elemento importante della revisione del piano direttore è la cosiddetta linea di delimitazione, che il Canton Zurigo ha fissato per la prima volta. Questo limite distingue le zone con notevole esposizione al rumore da quelle meno esposte. Entro questo limite non vengono permesse ulteriori utilizzazioni a scopo abitativo. Lo sviluppo degli insediamenti, e in particolare la definizione di nuove zone edificabili a scopo abitativo, sono possibili solo all'esterno della linea di demarcazione.

Il Consiglio federale adegua il piano direttore diversamente da quanto stabilito da una decisione dal Parlamento zurighese

In virtù della legge sulla pianificazione del territorio, i piani direttori cantonali devono tenere conto dei piani settoriali e quindi anche del PSIA. La scheda di coordinamento del 26 giugno 2013 concernente l'aeroporto di Zurigo stabilisce tra l'altro il perimetro aeroportuale, ossia l'area sulla quale l'aeroporto si estende. Il perimetro aeroportuale comprende, a garanzia territoriale dell'area, anche i possibili prolungamenti delle piste 28 e 32. Il 24 marzo 2014 il Gran Consiglio zurighese ha approvato una revisione parziale del piano direttore cantonale. Questa revisione prevedeva una riduzione del perimetro aeroportuale, creando così una differenza rispetto alla scheda di coordinamento PSIA. Tenendo conto delle vaste competenze della Confederazione in materia di aviazione, il Consiglio federale ha adeguato e approvato il perimetro aeroportuale in base alle direttive della scheda di coordinamento PSIA. Grazie a questa decisione, lo spazio per eventuali prolungamenti delle piste è perciò garantito. Inoltre il Consiglio federale ha corretto una misura stabilita nel piano direttore cantonale concernente l'inquinamento fonico in quanto essa non sarebbe stata conforme alla relativa ordinanza (OIF).

Con l'adeguamento del piano direttore approvato dalla Confederazione, il Cantone dispone ora di uno strumento armonizzato con il PSIA per la gestione dello sviluppo insediativo della regione aeroportuale.

Adeguamento della curva di esposizione al rumore per l'aeroporto di Zurigo nel PSIA

Il Consiglio federale ha inoltre adeguato in data odierna la curva di esposizione al rumore nella scheda di coordinamento PSIA concernente l'aeroporto di Zurigo. Nel quadro di una verifica globale della sicurezza dell'esercizio aeroportuale, un gruppo di esperti ha raccomandato diverse misure di miglioramento che sono state integrate nel PSIA. Con il regolamento di esercizio 2014, la Flughafen Zürich AG (FZAG) intende attuare una prima parte di tali misure. Tramite un diverso utilizzo delle rotte di avvicinamento e di decollo può risultare uno spostamento delle emissioni foniche nella parte ovest e sud dell'aeroporto durante l'esercizio notturno. La curva di esposizione al rumore deve pertanto essere adeguata nella scheda di coordinamento PSIA.

La modifica a ovest è resa necessaria dai decolli che, contrariamente a quanto previsto inizialmente nel PSIA, risparmiamo in parte la valle della Surb per continuare a svolgersi in direzione sud-ovest sopra la valle della Limmat. Nella parte sud vi sono modifiche per quanto concerne gli avvicinamenti: per ragioni di sicurezza, in caso di vento in coda superiore a due nodi, gli atterraggi che oggi avvengono da est sulla pista 28, più corta, dovranno essere effettuati sulla pista 34, più lunga. Ciò non comporta alcuna modifica né per quanto riguarda il numero di voli in avvicinamento da sud, né per l'esposizione al rumore.


Indirizzo cui rivolgere domande

sul piano direttore: Stephan Scheidegger, Direttore supplente, Ufficio federale dello sviluppo territoriale ARE, tel. +41 58 462 40 55 (comunicazione)
sulle attività aeronautiche: Urs Holderegger, responsabile Comunicazione UFAC, Ufficio federale dell'aviazione civile (UFAC), tel. +41 58 464 23 35



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ufficio federale dell'aviazione civile
http://www.bazl.admin.ch

Ufficio federale dello sviluppo territoriale
https://www.are.admin.ch/are/it/home.html

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/media-e-pubblicazioni/comunicati-stampa/medienmitteilungen-im-dienst.msg-id-58794.html