Che cos’è un piano direttore?

Funzione del piano direttore cantonale

Il piano direttore cantonale costituisce il principale strumento di pianificazione a disposizione dei Cantoni. Esso permette di coordinare le attività d’incidenza territoriale, come lo sviluppo degli insediamenti, dei trasporti e delle infrastrutture, provvedendo nel contempo alla protezione della natura e del paesaggio. Il piano direttore cantonale disciplina inoltre la pianificazione di grandi progetti come i centri per il tempo libero o i centri commerciali.

Sulla base di indicazioni vincolanti, il piano direttore definisce lo sviluppo territoriale da seguire, nel senso di una strategia di sviluppo cantonale, determinando l’indirizzo di pianificazione e collaborazione con i Comuni, la Confederazione, i Cantoni e i Paesi limitrofi. Il piano direttore vincola tutte le autorità.

Forma e struttura

Il piano direttore tratta numerose tematiche in relazione allo sviluppo territoriale, definendo per un orizzonte temporale di 20 – 25 anni gli obiettivi in materia di pianificazione e le misure da adottare per l’intero territorio cantonale.

Il piano direttore consta di rappresentazione grafica e testo che si completano reciprocamente. La cartografia del piano presenta i progetti del piano direttore nel loro contesto territoriale. Il testo contiene, suddivise per schede tematiche e progetti singoli, istruzioni da soddisfare nel corso dei processi di pianificazione (condizioni territoriali, scadenzario, organizzazione).

Contenuto

La necessità di coordinare un progetto con altri interessi e attività nell’ambito del piano direttore è direttamente proporzionale all’incidenza territoriale del progetto stesso. Occorre quindi indicare la coordinazione territoriale a livello di piano direttore (in particolare il fabbisogno, i criteri di localizzazione, la fattibilità complessiva). In considerazione delle categorie previste a tale scopo, il piano direttore fornisce informazioni:

  • ­su progetti noti a livello di grandi linee e con obiettivi ancora da precisare («informazione preliminare»);
  • ­su progetti il cui coordinamento territoriale è già avviato, ma che necessitano ancora di approfondimenti («risultato intermedio»);
  • su progetti già coordinati a livello di piano direttore («dato acquisito»).

Il piano direttore tratta numerose tematiche e progetti negli ambiti insediamenti, paesaggio, trasporti e infrastrutture. A seguito della revisione della legge sulla pianificazione del territorio (LPT), il piano direttore deve ora adempiere un compito particolare: definire il comprensorio insediativo previsto per i prossimi 20 – 25 anni e l’estensione delle zone edificabili necessaria a soddisfare il fabbisogno dei prossimi 15 anni. Le zone edificabili sovradimensionate devono essere ridotte e al loro interno va migliorato l’utilizzo di superfici dismesse o utilizzate in modo insufficiente.

I Cantoni devono adattare i propri piani direttori alla LPT riveduta e farli approvare dal Consiglio federale entro il 30 aprile 2019. Scaduto questo termine non possono più delimitare nuove zone edificabili fintantoché il Consiglio federale non avrà approvato il piano direttore.

 

Ultima modifica 04.02.2019

Inizio pagina

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/sviluppo-e-pianificazione-del-territorio/strategia-e-pianificazione/piani-direttori-cantonali/was-ist-ein-richtplan.html