La Consigliera federale Doris Leuthard: «volgere lo sguardo al futuro ma con accortezza»

Berna, 11.05.2015 - Lo sviluppo futuro della Svizzera può aver luogo solamente se i processi democratici beneficiano di ampio sostegno. A riguardo, i giovani sono chiamati a svolgere un ruolo importante. È quanto ha dichiarato la Consigliera federale Doris Leuthard oggi a Ginevra durante una presentazione relativa al concorso d’idee tenutosi lo scorso anno «domani? La Svizzera», indetto dal Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC). All’evento hanno partecipato studenti, esperti e membri dell’amministrazione del Cantone e della città di Ginevra.

Come sarà la Svizzera nel 2035 quando probabilmente avrà dieci milioni di abitanti? Come ci immaginiamo oggi le infrastrutture e gli spazi futuri? E come possiamo attuare e pianificare i relativi progetti? Queste domande sono state trattate dagli studenti, dalla Consigliera federale Doris Leuthard e dagli esperti di diverse discipline che hanno partecipato al workshop tenutosi oggi a Ginevra. Gli studenti, provenienti da università di tutte e tre le regioni linguistiche, hanno discusso i progetti presentati lo scorso anno come contributo al concorso d’idee «domani? La Svizzera» del Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC). La Consigliera federale, che ha apprezzato le immagini e idee presentate come fonti d’ispirazione che dovrebbero influenzare anche la politica reale, considera molto promettente che i giovani, per i loro contributi, si siano basati su strutture e valori democratici come accortezza e senso civico. Per affrontare sfide come la crescita della popolazione e la mobilità, la Svizzera necessita di un clima costruttivo.

Il DATEC, la Società svizzera degli ingegneri e degli architetti (SIA) e la Haute école du paysage, d’ingénierie et d’architecture de Genève (hepia) hanno invitato a questo workshop, proposto dalla giuria del concorso. Il DATEC è responsabile di progetti e temi di importanza nazionale previsti sul lungo periodo come la Nuova ferrovia transalpina (NFTA), la Strategia energetica 2050, numerose riforme nella pianificazione del territorio o il piano d’azione per la conservazione della biodiversità. Il workshop ha dato ai partecipanti la possibilità di concentrarsi su una prospettiva a lungo termine che, nella vita di tutti i giorni, talvolta resta in secondo piano.

Concorso e workshop in collaborazione con le università

Nell’ottobre dello scorso anno la giuria specializzata del concorso d'idee «domani? La Svizzera», presieduta dalla Consigliera federale Doris Leuthard, ha eletto vincitore il progetto «Swisstopia» della Haute école du paysage, d’ingénierie et d’architecture de Genève (hepia). Al concorso hanno partecipato studenti delle seguenti università:
- Dipartimento ambiente costruzioni e design DACD, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana SUPSI
- Haute école du paysage, d'ingénierie et d'architecture de Genève hepia, Haute Ecole Spécialisée de Suisse occidentale HES-SO
- Hochschule für Gestaltung und Kunst Basel HGK, Fachhochschule Nordwestschweiz FHNW
- Hochschule für Technik Rapperswil HSR, Fachhochschule Ostschweiz FHO
- Hochschule Luzern – Design & Kunst HSLU, Fachhochschule Zentralschweiz


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dello sviluppo territoriale ARE
+41 58 462 40 60
info@are.admin.ch
https://twitter.com/AREschweiz



Pubblicato da

Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/media-e-pubblicazioni/comunicati-stampa/medienmitteilungen-im-dienst.msg-id-57129.html