Cantoni e città contribuiscono alla salvaguardia delle risorse

Ittigen, 14.11.2017 - 18 Cantoni e 27 Città hanno preso parte al rilevamento dei loro progressi nell’ambito dello sviluppo sostenibile. La quota di energie rinnovabili nel consumo complessivo di elettricità è aumentata in quasi tutte le Città che aderiscono alla rete «Cercle Indicateurs»: è quanto emerso dai dati raccolti nell’ultimo rilevamento.

«Cercle Indicateurs» è una rete che riunisce Confederazione, Cantoni e città allo scopo di misurare la sostenibilità degli sviluppi nei Cantoni e nelle città. Gestire le risorse in modo rispettoso significa anche garantire alle generazioni future la possibilità di soddisfare i loro bisogni. Nell’ambito di questo progetto sono pertanto analizzati periodicamente una trentina di indicatori delle dimensioni economia, società e ambiente. I primi risultati sono stati pubblicati nel 2005. I Cantoni partecipanti raccolgono i loro dati ogni due anni, le Città ogni quattro. In una prospettiva di promozione dello sviluppo sostenibile, le operazioni sono appoggiate dagli Uffici federali dello sviluppo territoriale (ARE), della statistica (UST) e dell’ambiente (UFAM). Al rilevamento di quest’anno hanno preso parte 18 Cantoni e 27 Città (v. riquadro).

Il contributo dei Cantoni e delle Città è importante

Come provano i dati raccolti, in generale i Cantoni e le città che partecipano a «Cercle Indicateurs» hanno contribuito in modo positivo alla salvaguardia delle risorse naturali. Nelle città, ad esempio, dall’ultimo grande rilevamento eseguito quattro anni fa, il consumo pro capite di energia elettrica è diminuito, mentre nel consumo complessivo è aumentata la quota di energie rinnovabili. Già tre città coprono il loro fabbisogno di energia elettrica al 100 per cento con energie rinnovabili, e sei altre hanno superato il 90 per cento. Pur se in una misura che non può ancora essere considerata sufficiente, nelle Ccttà che aderiscono al progetto la qualità dell’aria è generalmente migliorata – una tendenza positiva che si delinea anche nei Cantoni.

Sebbene in Svizzera i rifiuti urbani continuino ad aumentare, i dati rilevati nelle città e nei Cantoni mostrano che le grandi attenzioni dedicate al riciclaggio stanno portando i loro frutti. Quasi tutti i partecipanti costatano un calo nel volume pro capite di spazzatura che non è riciclata e finisce incenerita. Negli ultimi anni le quote di rifiuti raccolti separatamente (carta + cartone, vetro, metallo + alluminio + latta) si sono stabilizzate tra il 30 e il 40 per cento, ma vi sono anche Cantoni che registrano quote superiori al 40 per cento.

Poco meno della metà delle città che hanno messo a disposizione i loro dati segnalano un aumento delle superfici di prossimità a contatto con la natura. In alcune località, invece, si è costatato un calo. Nella metà dei Cantoni che aderiscono a «Cercle Indicateurs» la quota di queste superfici è rimasta stabile, ed è aumentata nell’altra metà. Le misure adottate dalle città e dai Cantoni per migliorare l’infrastruttura ecologica vanno pertanto nella buona direzione e contribuiscono a mantenere la biodiversità nel Paese.

In una prospettiva economica, dal 2015 quasi due terzi dei Cantoni e delle Città partecipanti hanno visto diminuire il tasso netto di indebitamento (indicatore per l’ambito «Finanze pubbliche»). Dal 2013 il livello di qualifica (indicatore per l’ambito «Know-how»), una risorsa importante per la concorrenzialità e la capacità di innovazione, è in aumento in tutti i 18 Cantoni e in 26 delle 27 città. Nello stesso periodo, la quota di diciottenni che portano a termine una formazione del livello secondario II (formazione professionale di base, licei e scuole specializzate) è aumentata o rimasta stabile in 13 dei 18 Cantoni (indicatore per l’ambito «Formazione»).

Base di riferimento per la pianificazione strategica

I dati raccolti nell’ambito di «Cercle Indicateurs» permettono ai Cantoni e alle città di analizzare i loro progressi e di mettere in luce i punti in cui occorrerà intervenire con ulteriori misure. I risultati dei rilevamenti, che possono essere utili alle autorità anche quale base di riferimento per la pianificazione strategica, sono a disposizione sulla piattaforma stat@las dell’UST, sotto forma di grafici e di tabelle. Questa piattaforma consente di paragonare fra loro i Cantoni e le Città, propone profili che illustrano i punti forti e i punti deboli dei singoli partecipanti e presenta l’evoluzione dei diversi indicatori sull’arco temporale.

«Cercle Indicateurs»
La rete nazionale «Cercle Indicateurs», che esiste dal 2003, è stata promossa dagli Uffici federali della pianificazione territoriale (ARE), della statistica (UST) e dell’ambiente (UFAM), con la collaborazione di diversi Cantoni e città. Due terzi dei dati analizzati sono raccolti dall’UST, mentre il terzo restante è fornito direttamente all’UST dalle città e dai Cantoni. I Cantoni eseguono i loro rilevamenti ogni due anni, le città ogni quattro. Quest’anno i Cantoni hanno partecipato per la settima volta e le città per la quarta. I dati per il 2017 concernono 18 Cantoni e 27 Città; un Cantone e diverse città hanno partecipato per la prima volta. Si tratta del Cantone di Appenzello Esterno e delle citta di Binningen, Bulle, Frauenfeld, Meyrin, Montreux, Orbe, Renens, Soletta e Wallisellen.

Hanno partecipato:
- i Cantoni AG, AR, BE, BL, FR, GE, LU, NE, SG, SO, SZ, TG, TI, UR, VD, VS, ZG e ZH;
- le Città di Baden, Basilea, Bienne, Binningen, Bülach, Bulle, Burgdorf, Frauenfeld, Friburgo, Ginevra, Illnau-Effretikon, Lancy, Losanna, Lucerna, Meyrin, Montreux, Nyon, Onex, Orbe, Renens, San Gallo, Soletta, Wallisellen, Winterthur, Yverdon-les-Bains, Zugo e Zurigo.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dello sviluppo territoriale ARE
+41 58 462 40 60
info@are.admin.ch
https://twitter.com/AREschweiz



Pubblicato da

Ufficio federale dello sviluppo territoriale
https://www.are.admin.ch/are/it/home.html

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/media-e-pubblicazioni/comunicati-stampa/medienmitteilungen-im-dienst.msg-id-68761.html