Il fiume transfrontaliero Arve al centro dell’agglomerato «Grand Genève»

Il fiume ginevrino Arve, oltre a collegare la Svizzera con la Francia, si snoda attraverso un immenso spazio verdeche presenta tuttavia notevoli potenzialità per lo svago di prossimità. L’agglomerato Grand Genève ha reso la riqualifica di  questo spazio libero oggetto di un progetto modello sviluppo territoriale sostenibile.

ArveGenève
© Etat de Genève/F. Chaussiver

Nel quadro del suo programma d’agglomerato, Le Grand Genève si è prefisso l’obiettivo di tutelare e valorizzare gli spazi liberi lungo l’Arve. Di conseguenza, con un insieme di  misure nell’ambito di un progetto transfrontaliero  si mira a di riqualificare e  a rendere accessibile alla popolazione le rive fluviali. I Comuni adiacenti – da parte svizzera e francese – si sono riuniti sotto la guida del Grand Genève per portare questo progetto modello sviluppo territoriale sostenibile.

Il paesaggio fluviale alla portata di tutti

Le rive dell’Arve  erano discretamente accessibili a piedi e in bicicletta sin dall’inizio del progetto. Con il progetto si è trattato di
migliorarne l’accesso nonché di completare i collegamenti mancanti. Da un lato la creazione di un nuovo sentiero, il «parcour en balcon» permette ai pedoni e ciclisti di spostarsi da Ginevra a Annemasse (F). Dall’altro rinnovando e riqualificando la  «promenade basse», con la creazione di parchi e altri impianti vengono creati nuovi accessi diretti al fiume. Soltanto così i
sentieri lungo le rive creano la possibilità di vivere l’area fluviale, con la sua variegata flora e fauna, i suoi giochi di luce e ombra e le costruzioni  e complessi industriali.

Grazie al progetto modello, gli enti responsabili hanno potuto portare a termine uno studio sulla fattibilità per il primo sentiero previsto sulle rive del fiume e, quale primo intervento concreto, realizzare il parco «Parc des falaises» nel Comune di Chêne-Bougeries. In un posto soleggiato si trova ora una radura, con area pic nic e parco giochi. Si è creata un’area di svago e d’incontro che interessa vari gruppi di popolazione e che gode di una bella vista sull’Arve e sulla riva sinistra. Un albergo per insetti costruito da classi scolastiche e arnie accudite da abitanti del Comune adiacente rappresentano la natura in quanto
spazio vitale. L’area viene curata da Cantone e Comuni.

Le potenzialità delle rive sono ora riconosciute

Il progetto modello ha permesso di superare ostacoli amministrativi e tecnici che hanno interessato i Comuni, i Cantoni e ’agglomerato di Annemasse. Inoltre, grazie al progetto, è notevolmente aumentata la consapevolezza nei confronti delle qualità del paesaggio lungo l’Arve e delle potenzialità ancora tutte da scoprie. In futuro occorrerà pertanto continuare ad attuare in modo partecipativo le misure proposte, avere scambi suirisultati e le soluzioni emersi dal progetto, integrandoli in altri strumenti di pianificazione, come nel programma d’agglomerato Annemasse o nel piano direttore del Canton Ginevra.

Contatto

État de Genève, Département du territoire

Anne-Lise Cantiniaux

+41 22 388 64 79

 

 

Stampare contatto

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/sviluppo-e-pianificazione-del-territorio/programmi-e-progetti/progetti-modello-sviluppo-sostenibile-del-territorio/progetti-modello-sviluppo-sostenibile-del-territorio-2014-2018/promuovere-gli-spazi-liberi-negli-agglomerati/l_arve--fiume-transfrontaliero--un-progetto-paesaggistico-dellag.html