Migliorare l’utilizzo delle abitazioni secondarie nel Bellinzonese e Valli

Le regioni più deboli sul piano economico devono poter sfruttare ogni opportunità che permette loro di rivitalizzare e rilanciare il proprio territorio. Le numerose abitazioni secondarie presenti nelle valli a nord del Ticino costituiscono un potenziale significativo, che tuttavia non risulta sempre facile da sfruttare. Il progetto modello «Attivazione del potenziale legato alle residenze secondarie» ha colto questa sfida. 

Nucleo di Calpiogna, frazione di Faido
Nucleo di Calpiogna, frazione di Faido
© Ticino Turismo

Già i primi passi mossi nella primavera del 2015 si sono rivelati un successo: più del 50 per cento dei 3'340 proprietari di residenze secondarie registrati in Leventina e nella Valle di Blenio ha rispedito, debitamente compilato, il questionario di tre pagine volto a valutare la disponibilità dei proprietari ad affittare il proprio immobile. Questo sondaggio, condotto dall'Ente Regionale per lo Sviluppo del Bellinzonese e Valli, è riuscito a coinvolgere e a convincere buona parte dei proprietari grazie all'idea di migliorare lo sfruttamento dei letti freddi nelle residenze secondarie situate nei nuclei e nelle zone edificabili. La Confederazione sostiene il progetto e l'ha considerato alla stregua di un progetto modello per lo sviluppo sostenibile del territorio. 

Molto interesse fin dall'inizio

Circa un quarto dei proprietari che hanno partecipato al sondaggio è intenzionato o potenzialmente disposto ad affittare la propria residenza secondaria. Nelle due Valli ci sarebbe quindi un potenziale di almeno 300 abitazioni che potrebbero essere sfruttate per scopi turistici. Questo dato corrisponde a un hotel decentrale e virtuale con 1'500 letti, aperto per 2-3 mesi all'anno. I potenziali proprietari interessati chiedono tuttavia un sostegno o un supporto nell'amministrazione e nella gestione delle prenotazioni, nell'accoglienza degli ospiti in loco, nella manutenzione degli immobili e nella commercializzazione/marketing degli affitti. Chi non desidera affittare la sua abitazione oppure la vuole affittare solo parzialmente, motiva la sua scelta soprattutto con il desiderio di poter disporre del proprio immobile anche a breve termine, con la protezione della sfera privata oppure con la paura di danni da parte dei locatari.

Il potenziale è sufficiente per una commercializzazione?

Sulla base di questa analisi, i responsabili del progetto hanno elaborato un modello di business per un'agenzia regionale di
commercializzazione delle residenze. Fin dalle prime battute è parso però evidente come una nuova struttura non sarebbe potuta sopravvivere sul piano economico e di conseguenza si è rivelato più sensato il ricorso alle piattaforme di commercializzazione e di riservazione già esistenti. Per poter effettivamente sfruttare questi canali di promozione, il progetto modello ha messo a disposizione dei proprietari un incentivo finanziario destinato all'allestimento di un dossier specifico in più lingue e con foto professionali, necessario per la commercializzazione della residenza secondaria. Un biglietto da visita attrattivo è infatti indispensabile per un posizionamento sulle principali piattaforme online. Questo sostegno è stato garantito in stretta collaborazione con l'Organizzazione turistica regionale del Bellinzonese e Alto Ticino.

Cosafare per un affitto di successo?

Dal progetto modello emerge pure tutta una serie di consigli che possono sicuramente facilitare il proprietario di una residenza secondaria nella ricerca di un locatario. Tra questi consigli rientra anche una valutazione dei sistemi di affitto e di riservazione esistenti, quali ad esempio Airbnb, E-Domizil e Interhome. L'offerta è completata con pratiche liste di controllo e informazioni su aspetti di natura tecnica e assicurativa.

Contatto

Ente Regionale per lo Sviluppo Bellinzona e Valli (ERS-BV)

Raffaele de Rosa

info@ers-bv.ch

+41 91 873 00 30

 

Stampare contatto

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/sviluppo-e-pianificazione-del-territorio/programmi-e-progetti/progetti-modello-sviluppo-sostenibile-del-territorio/progetti-modello-sviluppo-sostenibile-del-territorio-2014-2018/realizzare-uno-sviluppo-centripeto-degli-insediamenti/attivazione-del-potenziale-legato-alle-residenze-secondarie--bel.html