Realizzare uno sviluppo centripeto degli insediamenti

Questi sette progetti trattano la gestione delle zone edificabili, la densificazione delle zone industriali e artigianali e la riqualifica dei centri urbani.

Integrazione urbana delle zone industriali e artigianali nella regione di Morges

In alcune regioni, l’estensione degli insediamenti ha fatto sì che le zone artigianali prima periferiche si ritrovassero improvvisamente al centro di un agglomerato e catalizzassero l’interesse per l’offerta di spazi ad uso abitativo o misto. La sfida di integrare tali zone nella pianificazione urbana ha quindi coinvolto anche la regione di Morges.

Partecipazione attiva della popolazione allo sviluppo degli insediamenti a Val-de-Ruz

Pianificare uno sviluppo centripeto degli insediamenti non è un’impresa facile, tanto più se si ha a che fare con Comuni tra cui esiste una stretta collaborazione o con fusioni comunali. Il progetto modello nella regione di Val-de-Ruz – tra La-Chaux-de-Fonds e il lago di Neuchâtel – ha permesso di raccogliere insegnamenti preziosi in questo senso.

Edilizia di qualità e protezione dei paesaggi nel Binntal

Rispetto ad altri Comuni agricoli svizzeri, il parco paesaggistico di Binntal dispone di riserve di terreno edificabile sovradimensionate e, allo stesso tempo, la popolazione è in calo. Nell’ambito del progetto modello per uno sviluppo territoriale sostenibile, sei Comuni vallesani hanno sviluppato alcune soluzioni congiunte per un’attività edilizia di qualità.

arealplus – per una pianificazione orientata all’economia in svizzera orientale

Per sviluppare il territorio in modo centripeto mediante un processo di densificazione è necessario che i Comuni sfruttino attivamente i propri potenziali interni. Ma quali sono questi potenziali? La domanda è complessa e va valutata sin dalle prime fasi pianificatorie.

Migliorare l’utilizzo delle abitazioni secondarie nel Bellinzonese e Valli

Le regioni più deboli sul piano economico devono poter sfruttare ogni opportunità che permette loro di rivitalizzare e rilanciare il proprio territorio. Le numerose abitazioni secondarie presenti nelle valli a nord del Ticino costituiscono un potenziale significativo, che tuttavia non risulta sempre facile da sfruttare.

Rete per un’attuazione cooperativa della densificazione (LU, BL)

Conformemente alla legge riveduta sulla pianificazione del territorio, i Comuni devono sfruttare le riserve del comprensorio già azzonato prima di designare nuove zone edificabili; questo allo scopo di frenare l’ulteriore dispersione degli insediamenti. Un fattore centrale nello sviluppo centripeto degli insediamenti è la preservazione delle qualità e dell’identità locali, non di rado motivo di disaccordi tra gli attori coinvolti.

Sviluppo territoriale win-win a Briga-Glis

Terreno edificabile sovradimensionato: una realtà con cui deve fare i conti anche il Comune di Briga-Glis. In base alla legge sulla pianificazione del territorio riveduta e al nuovo piano direttore cantonale, il Comune dovrà ridurre le proprie zone edificabili.

Documenti

Realizzare uno sviluppo centripeto degli insediamenti (PDF, 4 MB, 08.08.2018)Progetti modello Sviluppo sostenibile del territorio 2014–2018

Contatto

Ufficio federale dello sviluppo territoriale ARE

 

Segretariato di Stato dell'economia SECO

 

Ufficio federale dell'ambiente UFAM

 

Ufficio federale dell'agricoltura

 

Stampare contatto

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/sviluppo-e-pianificazione-del-territorio/programmi-e-progetti/progetti-modello-sviluppo-sostenibile-del-territorio/progetti-modello-sviluppo-sostenibile-del-territorio-2014-2018/realizzare-uno-sviluppo-centripeto-degli-insediamenti.html