Programma di incentivazione 2020-2021: Stili di vita sostenibili – un vantaggio per il clima e la biodiversità

Nell’ambito del programma di incentivazione per lo sviluppo sostenibile, l’Ufficio federale dello sviluppo territoriale sostiene 10 progetti innovativi e riproducibili a favore di stili di vita che rispettano il clima e preservano la biodiversità (OSS 13 e 15), oppure che hanno un effetto leva importante sulla sensibilizzazione e sull’attuazione dell’Agenda 2030 in Svizzera.    

Lista dei progetti

Campagna ClimaBalcone - Porta la natura in città! Più biodiversità e un migliore microclima a Berna

Le canicole estive sono sempre più frequenti e le ripercussioni dei cambiamenti climatici sempre più percepibili soprattutto nelle città. Nell’ambito della campagna di sensibilizzazione «KlimaNaturBalkon», la città di Berna invita la popolazione a coltivare piante indigene sul proprio balcone. Ciò aumenta la qualità di vita e il benessere, promuove la biodiversità e contribuisce a un microclima più piacevole. Un opuscolo apposito informa sull’Agenda 2030, sulle misure di protezione del clima adottate dalla città e sull’obiettivo prioritario in materia di biodiversità definito dalla città per il 2021, inoltre fornisce informazioni di fondo e consigli pratici e invita a osservare e a documentare. La campagna di sensibilizzazione è resa visibile nello spazio pubblico grazie a una bandierina appesa sui balconi, che ha un effetto moltiplicatore. È prevista anche la concezione di un «percorso del calore», che permetterà di percepire concretamente le differenze di temperatura. Inoltre, il gruppo Climatologia dell’Università di Berna controlla i dati empirici relativi all’effetto dell’inverdimento sul microclima mediante misurazioni di temperatura e immagini termiche. La campagna partecipativa «KlimaNaturBalkon» mira a sensibilizzare la popolazione sulle correlazioni tra biodiversità, vegetazione e canicola, come pure a incentivare l’impegno nel fornire un contributo personale semplice per il raggiungimento di obiettivi di sostenibilità locali.


Dorothee Lanz, dorothee.lanz@bern.ch

Ispirazioni per una vita rispettosa delle risorse: guida per una maggiore sufficienza nei Comuni

L’obiettivo di questo progetto è collocare il tema della sufficienza a livello comunale quale strategia utile e importante per uno stile di vita tollerabile del clima. È prevista l’elaborazione di un opuscolo e di una guida pratica. Quest’ultima mira a mostrare ai Comuni e alle città come sviluppare uno stile di vita sostenibile e diffonderlo tra la popolazione. Sarà testata in tre Comuni pilota, in ognuno dei quali un progetto sarà accompagnato nella sua attuazione. Al fine di sviluppare la comunicazione, sarà elaborato un opuscolo con proposte di approcci da cui trarre ispirazione.Il progetto dura due anni ed è attuato dall’Associazione Città dell’energia con i relativi partner. L’Associazione promuove una politica energetica e climatica sostenibile nelle città e nei Comuni.


Thomas Fink, thomas.fink@energiestadt.ch 

energiestadt.ch

“Ogni impronta conta” – cittadini per la Città sostenibile

È ampiamente dimostrato che il cambiamento globale è più efficace quando radicato a livello locale, ovvero nei quartieri, vicino ai cittadini. Per questo le città devono diventare i promotori cruciali degli stili di vita e dello sviluppo sostenibile. La Città di Lugano sta attuando molteplici iniziative che mirano al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità ambientale, economica e sociale. Tuttavia, molti cittadini mancano di un’informazione chiara su cosa significhi la sostenibilità nella vita quotidiana e come si possono tradurre i vari obiettivi dell’Agenda 2030 in azioni concrete per adeguare i propri comportamenti. Tramite un approccio partecipativo e interattivo, la campagna di sensibilizzazione “Ogni impronta conta” intende presentare l’Agenda 2030 alla popolazione di Lugano in un modo declinato sulle attività e passi concreti che si possono intraprendere nella vita di tutti i giorni per adeguare il proprio stile di vita con un impatto positivo sulla sostenibilità nei diversi ambiti.


Sabrina Antorini Massa, sabrina.antorinimassa@lugano.ch 

Tatjana Ibraimovic, tatjana.ibraimovic@lugano.ch

Protezione del clima sul piatto

Il progetto «Protezione del clima sul piatto» riduce l’impronta ecologica dell’alimentazione quotidiana. L’obiettivo è invogliare i visitatori delle capanne di montagna e delle capanne del CAS a ridurre le emissioni di CO2 prodotte dall’alimentazione, proponendo pasti a base di prodotti vegetariani, stagionali e locali in fine settimana prestabiliti. 
Gli ospiti sono coinvolti attivamente nel progetto, in quanto collaborano al trasporto delle cibarie in capanna a piedi. Questa attivazione e gli scambi serali consentono agli ospiti delle capanne di confrontarsi sul tema dell’alimentazione e delle conseguenze sul clima anche nella vita quotidiana. Con questo progetto miriamo a una trasformazione culturale dell’alimentazione, sosteniamo il valore aggiunto locale e promuoviamo azioni basate sulla consapevolezza ambientale. Entro fine 2022 sono previsti almeno 25 fine settimana di sensibilizzazione. 

 

Nicholas Bornstein, info@protectourwinters.ch

protectourwinters.ch

Timone comunale

Questo progetto mira a creare lo strumento online «Timone comunale», che permette di integrare gli obiettivi dell’Agenda 2030 nella gestione comunale. Lo strumento fornisce un filo conduttore che guida il Comune attraverso tutte le tappe necessarie per l’attuazione di una gestione sostenibile: una panoramica dei punti forti e deboli del Comune, la definizione di una visione tra 10-15 anni, l’elaborazione di un programma di legislatura con le azioni e gli obiettivi prioritari e lo sviluppo di schede dei progetti per seguire l’attuazione delle azioni prioritarie e il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Lo strumento deve anche permettere di generare automaticamente documenti utili per il Comune (programma di legislatura, preavvisi, schede dei progetti, ecc.). 

 

Laurence Vuagniaux, lvuagniaux@sanu.ch

Adattamento ai cambiamenti climatici e valorizzazione dei biotopi nei Comuni argoviesi

L’aumento dei cambiamenti climatici rende sempre più importante per la qualità di vita la presenza di spazi naturali e ricreativi di prossimità freschi, raggiungibili in breve tempo a piedi. Tali spazi accrescono la concorrenzialità soprattutto degli agglomerati e delle città. Al contempo, al fine di garantire la biodiversità nelle aree urbane, la qualità dei biotopi e l’interconnessione (infrastruttura ecologica) possono essere promosse grazie a superfici adeguate. In questo contesto è rilevato il potenziale di Comuni pilota per l’attuazione, su superfici comunali, di misure che promuovono la biodiversità, migliorano il clima locale e aumentano la qualità dello svago. Le informazioni rilevate sono considerate per l’orientamento futuro del sostegno e della consulenza forniti dai Cantoni ai Comuni.


Nana von Felten, nana.vonfelten@ag.ch

"Educazione allo sviluppo sostenibile": un’app della scienza partecipativa

L’app «Educazione allo sviluppo sostenibile», basata sulla scienza partecipativa, mira a combinare l’impegno personale con i cambiamenti culturali e politici della nostra società. L’app vuole consentire ai partecipanti di riflettere sulle esperienze maturate nell’impegno mirato a favore di un cambiamento di comportamento improntato sulla sostenibilità. I partecipanti acquisiscono così conoscenze che sfociano in proposte su come promuovere condizioni per uno stile di vita sostenibile, ad esempio mediante misure da adottare a scuola o sul posto di lavoro, oppure mediante provvedimenti politici. L’app si focalizza pertanto su temi ancora carenti a livello di conoscenze, quali le decisioni relative a un comportamento sostenibile, le ripercussioni di tale comportamento sulla percezione soggettiva e le motivazioni a favore di una realtà quotidiana sostenibile.


Corinne Ruesch Schweizer, corinne.ruesch@fhnw.ch

Natura... cerca e trova nella tua città

La città di Losanna invita la popolazione a rilevare una ventina di specie animali e vegetali che testimoniano un ambiente sano e preservato. Le osservazioni raccolte forniranno una panoramica dello stato della biodiversità nella città di Losanna e consentiranno di valutare i progressi ottenuti grazie a politiche pubbliche volontarie. La popolazione beneficerà di un accompagnamento guidato per l’elaborazione delle osservazioni raccolte sulla natura urbana. Animazioni nei quartieri sensibilizzeranno gli abitanti sui gesti rispettosi della biodiversità e del clima, invitandoli a rinverdire il loro quartiere e ad accrescerne la biodiversità.


Pascale Aubert, pascale.aubert@lausanne.ch

eCO2profil

eCO2profil, il bilancio climatico per le scuole, è il programma che consente ai giovani di età compresa tra 14 e 19 anni di agire rapidamente per migliorare l’impatto personale e quello della loro scuola sul clima. Grazie al calcolo effettuato con gli allievi della loro impronta del CO2, come pure di quella della loro classe e scuola, i partecipanti diventano consapevoli del contributo al riscaldamento climatico e identificano insieme le fonti principali di gas a effetto serra della scuola che frequentano. Gli allievi svolgono in seguito progetti concreti volti a proteggere il clima, modificando ad esempio le loro abitudini o riducendo il consumo energetico degli edifici. eCO2profil centra diversi punti del Piano di studio romando (PER) e diversi obiettivi dei programmi del livello secondario II.

 

Chloé Paratte, chloe.paratte@ecolive.ch

eco2profil.ch

Creazione di una rete di cooperative alimentari

Una cooperativa alimentare riunisce 30-40 economie domestiche vicine che acquistano prodotti alimentari direttamente dai produttori. Le differenze di prezzo nel commercio al dettaglio e i prezzi elevati per le quantità esigue vengono a mancare, consentendo l’accesso a prodotti alimentari locali e biologici anche alle persone con possibilità economiche ridotte. 

Non sono previsti depositi, luoghi di carico né personale. Le merci, che consistono soprattutto in prodotti essiccati, olio, patate e altri prodotti conservabili, sono raccolte in grossi contenitori posti a distanza di uno o due metri. La distribuzione avviene in modo autonomo ad esempio in un luogo d’incontro o in un negozio sfuso.

Un kit di partenza e una piattaforma online consentiranno a tutte le persone interessate di fondare e gestire una cooperativa alimentare nelle proprie vicinanze. I vantaggi: onere ridotto e rischio finanziario pari a zero.

Entro il 2030, in tutta la Svizzera si prevede la costituzione di 500 cooperative alimentari, il cui potere d’acquisto comune crea un nuovo mercato di sbocco per l’agricoltura biologica svizzera.

Florian Jakober, florian.jakober@gmail.com

 

Contatto

Ufficio federale dello sviluppo territoriale ARE

Tina Leiser

Stampare contatto

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/sviluppo-sostenibile/programmi-e-progetti/programmaincentivazione/2020-2021.html