Modello del traffico viaggiatori a livello nazionale

Qual è l'evoluzione del traffico nel nostro Paese? Fra qualche anno chi viaggerà, dove andrà e quali mezzi di trasporto impiegherà? Queste domande interessano tutti, a partire da coloro che si confrontano con problemi di politica dei trasporti e del territorio fino a coloro che devono decidere in merito all'ampliamento di strade o piste ciclabili, a una nuova linea ferroviaria o allo sviluppo degli insediamenti; come ad esempio i pianificatori in seno a Confederazione, Cantoni o città. Per poter prendere le giuste decisioni, essi necessitano di basi di pianificazione affidabili e strumenti di lavoro moderni.

Il Modello del traffico viaggiatori a livello nazionale (MTVN) è uno di questi strumenti e serve ad analizzare e prevedere il comportamento nell'ambito della mobilità delle persone. L’MTVN fondato sullo stato di base 2017 del traffico lavorativo giornaliero medio (TLGM), del traffico giornaliero medio (TGM) e degli stati del traffico nelle ore di punta serali e mattutine è a disposizione di tutti gli interessati. Il traffico di mezzi pesanti per il trasporto di merci su strada (autocarri come pure autotreni e trattori a sella) e il traffico di consegna vengono presi in considerazione nei vari stati sotto forma di matrici. L'accesso ai dati e agli stati del modello dell’MTVN è garantito a tutti gli interessati e agli utenti dei dati sul traffico.

 
 

Il nuovo MTVN è molto più preciso di quello precedente, in particolare nei tre settori seguenti:

  1. Le circa 3000 zone di traffico in Svizzera sono diventate quasi 8000 nel contempo sono rappresentate anche le strade di quartiere e tutti gli orari dei TP. Ciò consente una visione molto più circoscritta e dettagliata sulle singole regioni e di conseguenza la possibilità di formulare indicazioni più precise circa le decisioni più opportune da prendere in materia di politica dei trasporti.
  2. L’MTVN copre tutti i vettori di trasporto e le relative interdipendenze. Nel nuovo Modello sono ora integrate anche le capacità dei TP e la rete ciclabile.
  3. Anche per quel che riguarda i gruppi di persone e gli scopi del viaggio il nuovo modello è molto più preciso: su una base costituita da oltre 100 diversi gruppi di persone, emerge quanto traffico scaturisce a seconda, ad esempio, dell'età o del tipo di attività lavorativa. Tra le 26 categorie utilizzate per definire gli scopi dello spostamento rientrano, ad esempio, abitazione-lavoro o spesa-abitazione.

L'ARE utilizza il nuovo MTVN per la prima volta per l'elaborazione delle Prospettive di traffico 2050 della Svizzera. Queste ultime sono realizzate su incarico del DATEC e servono alla Confederazione come base di pianificazione per programmi infrastrutturali nel settore stradale e ferroviario nonché per decisioni in materia di politica dei trasporti, territoriale, ambientale e energetica.

Con l’MTVN vengono infatti calcolati tramite scenari if-then i futuri flussi di traffico e le ripartizioni modali. L'ARE mette a disposizione dei pianificatori del territorio e dei trasporti, degli istituti di ricerca e delle agenzie di consulenza questi risultati, così come i modelli per valutazioni più approfondite, come dati liberamente accessibili. La pubblicazione è prevista per l'autunno 2021.

Ulteriori informazioni sull’MTVN

(disponibili solo in tedesco e in francese).

 
 

Contatto

Ufficio federale dello sviluppo territoriale ARE

Andreas Justen

+41 58 463 41 58

Stampare contatto

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/mobilita/basi-e-dati/modellizzazione-del-traffico/mtvn.html