Piano settoriale delle superfici per l’avvicendamento delle colture PS SAC

Le superfici per l'avvicendamento delle colture (SAC) rappresentano i migliori terreni agricoli della Svizzera. Grazie al piano settoriale delle SAC, vengono salvaguardate le superfici migliori per la campicoltura. L'8 maggio 2020, il Consiglio federale ha approvato il piano settoriale delle SAC riveduto.  

Foto Sachplan Fruchtfolgeflächen
© Yves Maurer

La legge federale del 22 giugno 1979 sulla pianificazione del territorio (LPT; RS 700) e il piano settoriale delle SAC del 1992 non hanno permesso di frenare in misura sufficiente la perdita di terreni coltivi e la dispersione del territorio. Le zone edificabili sovradimensionate e la continua progressione degli insediamenti hanno provocato un incremento delle perdite di suolo; particolarmente interessate le superfici agricole, tra cui anche i suoli qualitativamente migliori per la campicoltura, le cosiddette SAC. In considerazione della loro ubicazione e della topografia, queste superfici risultano perfettamente idonee allo sviluppo degli insediamenti e nel contempo anche di fondamentale importanza per la sicurezza alimentare in periodi di gravi penurie. Vista la notevole durata del processo di formazione del suolo, i danni a questa risorsa risultano irreversibili e, di conseguenza, una gestione parsimoniosa dei terreni coltivi, in particolare delle SAC, costituisce un'esigenza del tempo presente.

Procedura di rielaborazione del piano settoriale delle SAC

A fine 2015, il Consiglio federale aveva deciso di rielaborare e di rafforzare il piano settoriale delle SAC parallelamente alla seconda fase di revisione della legge sulla pianificazione del territorio (LPT 2). Nel giugno 2015, la Commissione della gestione del Consiglio nazionale aveva pubblicato un rapporto di valutazione «Preservazione dei terreni agricoli coltivi» che metteva in luce il ruolo della Confederazione nella protezione dei terreni agricoli coltivi.

Nel 2016 il DATEC ha incaricato un gruppo di esperti di esaminare il piano settoriale e di elaborare proposte su come il piano potesse affrontare le sfide future. Il 30 gennaio 2018, il gruppo di esperti ha presentato le proprie raccomandazioni all'Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE) e all'Ufficio federale dell'agricoltura (UFAG) quale base per la successiva rielaborazione del piano settoriale. Nel quadro dell'audizione e della partecipazione pubblica sono pervenuti in totale 111 pareri da tutti i Cantoni, diversi Comuni, partiti politici, associazioni e organizzazioni. Dall'8 maggio 2020, grazie all'adozione del piano settoriale delle SAC da parte del Consiglio federale, i suoli agricoli più fertili della Svizzera possono essere salvaguardati meglio a lungo termine. Questa decisione del Consiglio federale sostituisce il decreto dell'8 aprile 1992 concernente il piano settoriale delle SAC.

Contenuto

Oggi l'estensione minima di SAC a livello nazionale è pari a 438 460 ettari. Ogni Cantone è tenuto a garantire un determinato contingente di superfici per l'avvicendamento delle colture, a seconda delle proprie dimensioni e peculiarità ambientali e climatiche.

Grazie all'elaborazione del piano settoriale, l'esecuzione delle disposizioni previste è ora disciplinata in modo più uniforme in tutta la Svizzera. Il piano settoriale sancisce nuovi requisiti concernenti la compensazione di SAC occasionata da un consumo nell'ambito di progetti federali. Inoltre, sono stati precisati i criteri per il rilevamento di nuove SAC e per il computo di superfici che rientrano tra i casi speciali (come ad es. i vigneti o i campi da golf).

La conoscenza dei suoli della Svizzera risulta tuttora molto lacunosa. Con l'adozione del piano settoriale delle SAC, il Consiglio federale ha pertanto incaricato gli Uffici interessati di elaborare un piano per una mappatura nazionale del suolo. Infine, ha pure deciso un finanziamento a lungo termine del Centro di competenza per il suolo (KOBO). Il Consiglio federale ha così creato un importante presupposto per far sì che le informazioni sul suolo siano rilevate in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale e messe a disposizione di tutti gli interessati.

 

Contatto

Ufficio federale dello sviluppo territoriale ARE

Sezione Insediamenti e paesaggio
Martin Vinzens
CH-3003 Berna
+41 58 462 52 19

in collaborazione con il gruppo di lavoro interdipartimentale SAC: Ufficio federale dell'agricoltura (UFAG), Ufficio federale per l'approvvigionamento economico del paese (UFAE), Ufficio federale dell'ambiente (UFAM)

Stampare contatto

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/raumentwicklung-und-raumplanung/strategie-und-planung/konzepte-und-sachplaene/sachplaene-des-bundes/sachplan-fruchtfolgeflaechen-sp-fff.html