Rete Westfeld: alloggi e spazi vitali integrativi a Basilea-Ovest

Nell’area di un vecchio ospedale di Basilea sorgerà il comprensorio Westfeld: uno spazio residenziale in cooperative d’abitazione con mescolanza sociale che comprenderà 530 abitazioni per 1200 persone in fasi e situazioni differenti della vita. In questo caso, l’architettura sociale prevale sulla pianificazione edilizia ai sensi di una rete. Ciò consentirà di creare un nuovo centro che rafforzi l’identità, l’integrazione e la coesione nel quartiere.

5.2 Westfeld Stadt Basel
Nell’area del vecchio ospedale sorgerà il comprensorio Westfeld che, in base a un modello di cooperativa e di mescolanza sociale, ospiterà 1200 persone in fasi differenti della vita.
Fonte: ©nightnurse images, Zurigo | Enzmann Fischer Partner

Il comprensorio Westfeld, la cui superficie misura 5,3 ettari, è situato a Basilea-Ovest nel quartiere Iselin densamente popolato, dove vivono molte persone anziane e socialmente svantaggiate. Nel quartiere manca un luogo d’incontro che crei un senso di appartenenza, ma con la «Rete Westfeld» la comunità edilizia «wohnen&mehr» intende costruire nell’area del vecchio ospedale, su cui ha diritto di superficie dal Cantone di Basilea Città, un centro animato che presenti una qualità di vita e abitativa elevata.

Al fine di creare spazi liberi e luoghi d’incontro adatti a tutte le generazioni, è previsto l’allestimento di un’isola di quartiere senza traffico, un orto di quartiere, un luogo d’incontro, un asilo e offerte di gioco per l’infanzia, come pure di locali con possibilità di co-working, alloggi per turisti, negozi, un bar e un centro fitness. Oltre ai modelli classici sono previste anche nuove forme abitative, ad esempio appartamenti condivisi a cluster per persone anziane, composti da abitazioni piccole e locali in comune, oppure il progetto collettivo «Leben auf kleinem Fuss» della comunità edilizia LeNa. Si prevede anche di valorizzare la cintura verde che circonda l’area.

L’architettura sociale anteposta alla pianificazione edilizia

Fin dall’inizio dello sviluppo dell’area è in costituzione una rete di attori della sfera politica, del quartiere e dell’economia privata, al fine di anteporre l’architettura sociale alla pianificazione edilizia. Una pianificazione partecipativa precoce consentirà alle organizzazioni del quartiere, alle associazioni, alle comunità edilizie e agli organi amministrativi di definire in comune come in futuro si dovrà abitare, amministrare e vivere nel comprensorio Westfeld. Una sorta di «conferenza sul comprensorio» sotto forma di «tavola rotonda» favorirà la cooperazione vincolante degli attori e coinvolgerà la popolazione del quartiere.

Uno sviluppo urbano sostenibile dal punto di vista sociale

Il progetto mira a mostrare come una pianificazione cooperativa e una rete solida possono definire la pianificazione edilizia su scala di un quartiere, e come creare alloggi e spazi vitali che consentano di gestire le diverse sfide sociali non solo sul piano edilizio. Il progetto promuove la qualità di vita e la salute delle persone anziane e socialmente svantaggiate, dal momento che contribuisce alla gestione della vita quotidiana, al mantenimento dell’autonomia e alla partecipazione sociale. Ciò permette uno sviluppo urbano rispettoso delle risorse e sostenibile dal punto di vista sociale. 

Ultima modifica 07.04.2020

Inizio pagina

Contatto

Baugenossenschaft wohnen&mehr

Samira De Bortoli

+41 61 261 07 04

 

Stampare contatto

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/sviluppo-e-pianificazione-del-territorio/programmi-e-progetti/progetti-modello-sviluppo-sostenibile-del-territorio/modellvorhaben/cambiamento-demografico-progettare-lo-spazio-abitativo-e-vitale-di-domani/rete-westfeld-alloggi-e-spazi-vitali-integrativi-a-basilea-ovest.html