Coordinamento delle funzioni territoriali: gestione del territorio

Il suolo è un bene ormai scarso e occorre pianificarne l’utilizzazione con la massima scrupolosità. Ciò risulta evidente in particolare nell’Altipiano svizzero, dove le diverse utilizzazioni regionali entrano spesso in competizione (in primo luogo agricoltura, impianti infrastrutturali, superfici insediative e di traffico, spazi non edificati, protezione del paesaggio). Quattro progetti modello hanno testato diversi approcci per favorire un coordinamento ottimale fra le diverse utilizzazioni a livello regionale.

I progetti modello descritti di seguito esaminano da vicino come impostare una strategia comune e come decidere a livello regionale dove localizzare determinate funzioni.

Dai quattro progetti modello si possono trarre, fra le altre, le seguenti quattro conclusioni.

  • Costruire inizialmente su piccola e poi su larga scala, poiché la fiducia si ottiene gradualmente, partendo da piccoli traguardi e creando così le basi per una cultura cooperativa.
  • Creare buone basi è di grande utilità: una banca dati completa e fondamenti analitici ampiamente riconosciuti sono di stimolo per il processo di cooperazione regionale, poiché il lavoro congiunto che essi richiedono aiuta la comprensione reciproca e affina la sensibilità agli elementi in comune. Si crea così un modo di pensare condiviso a livello regionale, presupposto a sua volta essenziale per veder riconosciuto il valore aggiunto dell'azione concertata.
  • Il Cantone ha un ruolo centrale. Il suo impegno proattivo e di supporto è indispensabile per identificare e soprattutto attuare soluzioni praticabili.
  • Servono accordi scritti, come piani regionali, carte, accordi di progetto o convenzioni sul finanziamento, che vincolino le parti interessate sul piano attuativo.

Strategia di implementazione degli stabilimenti commerciali intensamente frequentati nel Cantone di Vaud

Il Canton Vaud non è il solo a dover affrontare i dibattiti relativi alle strutture commerciali a forte affluenza ma, grazie a un progetto modello, dispone ora di criteri decisionali per selezionarne l’ubicazione.

I Cantoni francofoni dell’Arco giurassiano hanno elaborato un sistema di gestione sovracantonale dello spazio rurale.<br />

Gestione integrata dello Spazio rurale nell’Arco giurassiano

L’Arco giurassiano si estende sul territorio di quattro Cantoni svizzeri. Le autorità cantonali hanno -unito i loro sforzi e hanno deciso di collaborare per garantire una gestione integrata dello spazio rurale della regione.

Sette Comuni giurassiani, riuniti nella microregione della Haute-Sorne, hanno creato una zona industriale sovracomunale.<br />

Microregione della Haute Sorne – Sinergie tra i Comuni e gestione del territorio

Dai sette Comuni giurassiani in origine indipendenti è nata la Microregione della Haute-Sorne. Il primo passo verso l’aggregazione è stato un accordo di cooperazione tra Comuni.

Grazie all’ampliamento della città verso il Bremerwald è sorto un nuovo quartiere in grado di ospitare 8 000 abitanti. <br />

Waldstadt Bremer

L’associazione di sostegno al progetto «Waldstadt Bremer» ha commissionato uno studio di fattibilità, che esprime la posizione dei promotori e degli autori di diversi rapporti tematici. Il loro obiettivo è realizzare questo nuovo quartiere.

Contatto

Ufficio federale dello
sviluppo territoriale ARE

+41 58 462 40 64

3003 Berna

 

Segretariato di Stato
dell'economia SECO

3003 Berna

+41 58 462 28 73

 

Ufficio federale
dell'ambiente UFAM

3003 Berna

+41 58 462 93 11

 

Ufficio federale dell'agricoltura UFAG

3003 Berna

+41 58 462 25 11

Stampare contatto

https://www.are.admin.ch/content/are/it/home/sviluppo-e-pianificazione-del-territorio/programmi-e-progetti/progetti-modello-sviluppo-sostenibile-del-territorio/progetti-modello-sviluppo-sostenibile-del-territorio-2007-2011/coordinamento-delle-funzioni-territoriali--gestione-del-territor.html